Amebiasi

Amebiasi
Amebiasi: Panoramica, cause e sintomi

Che cos'è l'amebiasi?

L'amebiasi è un'infezione parassitaria dell'intestino causata dal protozoo Entamoeba histolytica, o E. histolytica . I sintomi dell'amebiasi comprendono perdita di feci, crampi addominali e dolori allo stomaco. Tuttavia, la maggior parte delle persone con amebiasi non manifesteranno sintomi significativi.

Ulteriori informazioni: infezioni parassitarie "

Fattori di rischio Chi è a rischio di amebiasi?

L'amebiasi è comune nei paesi tropicali con servizi igienico-sanitari sottosviluppati. subcontinente, parti dell'America centrale e del Sud e parti dell'Africa.E 'relativamente raro negli Stati Uniti.

Le persone con il maggior rischio di amebiasi includono:

  • persone che hanno viaggiato in luoghi tropicali dove ci sono scarse condizioni igieniche > immigrati provenienti da paesi tropicali con cattive condizioni igieniche
  • persone che vivono in istituti con cattive condizioni sanitarie, come carceri
  • uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini
  • con sistema immunitario compromesso e altre condizioni di salute
CauseChe cosa causa l'amebiasi?

E. Histolytica

è un protozoo monocellulare che di solito entra nel corpo umano quando una persona ingerisce le cisti attraverso il cibo o l'acqua. il corpo attraverso il contatto diretto con la materia fecale. Le cisti sono ar forma elettiva inattiva del parassita che può vivere per diversi mesi nel suolo o nell'ambiente in cui sono stati depositati nelle feci. Le cisti microscopiche sono presenti in terreno, fertilizzanti o acqua contaminata da feci infette. Gli addetti alla manipolazione degli alimenti possono trasmettere le cisti mentre preparano o manipolano il cibo. La trasmissione è possibile anche durante il sesso anale, il sesso anale orale e l'irrigazione del colon.

Quando le cisti entrano nel corpo, si depositano nel tratto digestivo. Rilasciano quindi una forma invasiva e attiva del parassita chiamato trofozite. I parassiti si riproducono nel tratto digestivo e migrano nell'intestino crasso. Lì, possono scavare nel muro intestinale o nel colon. Ciò causa diarrea sanguinolenta, colite e distruzione dei tessuti. La persona infetta può quindi diffondere la malattia rilasciando nuove cisti nell'ambiente attraverso le feci infette.

Sintomi Quali sono i sintomi dell'amebiasi?

Quando si presentano i sintomi, tendono ad apparire da 1 a 4 settimane dopo l'ingestione delle cisti. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), solo il 10-20% delle persone che soffrono di amebiasi si ammalano. I sintomi in questa fase tendono ad essere lievi e comprendono feci molli e crampi allo stomaco.

Una volta che i trofoziti hanno aperto le pareti intestinali, possono entrare nel flusso sanguigno e viaggiare verso vari organi interni.Possono finire nel tuo fegato, cuore, polmoni, cervello o altri organi. Se i trofoziti invadono un organo interno, possono potenzialmente causare:

ascessi

  • infezioni
  • malattia grave
  • morte
  • Se il parassita invade il rivestimento dell'intestino, può causare dissenteria amebica. La dissenteria amebica è una forma più pericolosa di amebiasi con frequenti feci acquose e sanguinolente e gravi crampi allo stomaco.

Il fegato è una destinazione frequente per il parassita. I sintomi della malattia del fegato amebico comprendono febbre e dolorabilità nella parte superiore destra dell'addome.

DiagnosiCome viene diagnosticata l'amebiasi?

Un medico può sospettare di amebiasi dopo aver chiesto informazioni sulla sua recente storia di salute e di viaggio. Il medico potrebbe testare la presenza di

E. histolytica . Potrebbe essere necessario fornire campioni di feci per diversi giorni per verificare la presenza di cisti. Il medico può ordinare esami di laboratorio per verificare la funzionalità epatica per aiutare a determinare se l'ameba ha danneggiato il fegato. Quando i parassiti si diffondono fuori dall'intestino, potrebbero non presentarsi più nelle feci. Quindi il medico può ordinare un'ecografia o una TAC per verificare la presenza di lesioni sul fegato. Se compaiono lesioni, il medico potrebbe dover eseguire un'aspirazione dell'ago per vedere se il fegato ha degli ascessi. Un ascesso nel fegato è una conseguenza grave dell'amebiasi.

Infine, può essere necessaria una colonscopia per verificare la presenza del parassita nell'intestino crasso (colon).

Trattamenti Quali trattamenti sono disponibili per l'amebiasi?

Il trattamento per i casi non complicati di amebiasi consiste generalmente in un decorso di 10 giorni di metronidazolo (Flagyl) che assumete come capsula. Il medico può anche prescrivere farmaci per controllare la nausea se ne avete bisogno.

Se il parassita è presente nei tessuti intestinali, il trattamento deve riguardare non solo l'organismo ma anche eventuali danni agli organi infetti. La chirurgia può essere necessaria se il colon oi tessuti peritoneali presentano perforazioni.

Per saperne di più: perforazione gastrointestinale "

Prospettive Qual è l'outlook per le persone con amebiasi?

L'amebiasi generalmente risponde bene al trattamento e dovrebbe risolversi in circa 2 settimane.Se si ha un caso più grave in cui compare il parassita nei tuoi tessuti o organi interni, la tua prospettiva è ancora buona se ricevi cure mediche appropriate.Se l'amebiasi non viene trattata, tuttavia, può essere mortale.

PrevenzioneCome posso prevenire l'amebiasi?

La corretta igiene è la Per evitare amebiasi, come regola generale, lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone dopo aver usato il bagno e prima di maneggiare il cibo.

Se si viaggia in luoghi in cui l'infezione è comune, seguire questo regime quando si prepara e si mangia :

Lavare accuratamente frutta e verdura prima di mangiare.

  • Evitare di mangiare frutta o verdura a meno che non si lavi e si sbucci da soli.
  • Stick in acqua e bibite
  • Se si deve bere acqua, bollirla o trattalo con iodio .
  • Evitare cubetti di ghiaccio o bevande alla fontana.
  • Evitare latte, formaggio o altri latticini non pastorizzati.
  • Evita il cibo venduto dai venditori ambulanti.