Cercando di condurre una vita più forte e più sana? Iscriviti alla nostra newsletter Wellness Wire per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?  Iscriviti alla nostra newsletter  Wellness Wire  per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.
Chiedi a D'Mine: The Real Diabetes War Games

Buon sabato e bentornati al nostro settimanale colonna di consulenza, Chiedi a D'Mine , ospitato dal veterano di tipo 1, autore del diabete e educatore Wil Dubois.

Ci stiamo avvicinando rapidamente al Veteran's Day 2014 l'11 novembre, e oggi Wil sta affrontando un argomento un po 'in anticipo (dato che a novembre porta una frenesia di notizie sulla difesa del diabete e naturalmente World Diabetes Day il 14 novembre). Quindi questa settimana, Wil dà un'occhiata ai dati disponibili sul diabete nelle forze armate e su come ciò potrebbe influire sul futuro dei D-draft.

{Hai le tue domande? Scrivici a AskDMine @ diabetesmine. com}

Jim, tipo 2 stesso e padre di una figlia T1D, del Michigan, scrive: Recentemente mentre passeggiava, e dopo aver letto un libro sulla seconda guerra mondiale, mi chiedevo se ci fossero dei diabetici nelle forze armate e come riescono a mantenere i loro livelli di zucchero nel sangue nelle condizioni estreme in cui si trovano, dal momento che non è così facile nella vita "normale"? Che ne dici durante la seconda guerra mondiale e in prima linea? Pensando, con quanto il numero di diabetici sembra essere cresciuto negli anni passati, come faremmo se scoppiasse un'altra guerra mondiale: avremmo un pool sufficiente di quelli in grado di servire nell'esercito per sostenere lo sforzo? Solo curioso, o forse era il sole caldo quel giorno? : -}

Wil @ Chiedi risposte De Mine: Che bella domanda. Abbiamo coperto il diabete nelle forze armate moderne un paio di volte. Mike ha scritto un pezzo su come il voler servire spesso richiede di combattere gli ottoni prima di combattere il nemico; e abbiamo eseguito questo dLife su un T1 attivo. Ma anch'io ho letto un libro su World War 2, quindi una parte della tua domanda ha davvero catturato la mia curiosità.

Ovviamente, negli anni '40, anche nella vita civile, il diabete non era il massimo - chiedi di non dirlo, quindi trovare informazioni su come servire i D-folk in quell'epoca è un compito difficile. Sospetto che ci fossero virtualmente zero tipo 1 nelle trincee. Non è come ai vecchi tempi in cui una ragazza poteva vestirsi come un uomo e unirsi alla Marina. O una nave pirata. Non chiedere, non dirlo, non lavorare con l'insulina e le siringhe, quindi sospetto che non ci siano stati tipi 1 in incognito nel combattimento WW2. Il tipo 2, tuttavia, è un altro argomento del tutto. E che ci crediate o no, in realtà ne sappiamo di più di quanto pensiate.

Ho trovato un articolo sul tema del diabete e del servizio di guerra presso l'Ufficio di storia medica del Dipartimento medico dell'esercito degli Stati Uniti ( che sapeva che tale ufficio esisteva addirittura? ) . L'articolo

dell'autore, il dott. Alexander Marble, ha esaminato i dati storici negli archivi dell'esercito sia per la prima guerra mondiale che per la seconda guerra mondiale, ma l'articolo ricco di dati diventa complesso perché la "Guerra per porre fine a tutte le guerre" (Quello sarebbe il primo La guerra mondiale) fu combattuta prima dell'insulina. Destra.La nuova insorgenza di tipo 1 ucciderebbe un soldato tanto quanto un proiettile di Hun. Ma concentrandosi solo sulla parte della seconda guerra mondiale dell'articolo di Dr. Marble, afferma che il numero di diabetici combattenti era piuttosto basso, e la sua tesi è che ci sono due ragioni per questo:

  1. In primo luogo, la maggior parte delle truppe nella seconda guerra mondiale sono stati prelevati dal range 18-37 anni, al di sotto dell'età di diagnosi tipica per il tipo 2 al momento.
  2. E in secondo luogo, le stazioni di induzione sono state sottoposte a screening per il diabete tramite test delle urine e hanno respinto chiunque avesse assunto zuccheri elevati.

Qualche diabetico patriottico ha nascosto una bottiglia di urina di qualcun altro per battere il test e servire il suo paese? Ne dubito, ma ora conosco l'argomento del mio prossimo romanzo. In realtà, i registri indicano che la stragrande maggioranza dei respinti respinti non aveva idea di aver avuto il diabete prima dello screening.

Quanti uomini sono stati rifiutati per il servizio a causa del diabete? Un sacco.

I documenti raggruppano tutti i problemi endocrini insieme, lasciando i dati aperti a litigare tra gli storici, ma sembra che tra 19, 300-23 anni, 500 uomini americani siano stati rifiutati per il servizio militare durante la seconda guerra mondiale a causa del diabete, o ufficialmente: " difetti manifestamente squalificanti. " Wow . E alcuni dei nostri simili pensano che la parola "diabetico" sia maleducata. Come ti piacerebbe essere sellato con l'etichetta di manifestamente difettoso? Personalmente, penso che farei fatica a mostrare con orgoglio il mio tatuaggio di allerta manifestamente difettoso.

Nel frattempo, questo difetto palesemente squalificante divenne infine oggetto di conversazione pubblica in un'epoca in cui la forza lavoro era seriamente necessaria al paese. Alcuni esperti militari ritenevano che i diabetici potessero servire negli Stati Uniti e "svolgere un dovere utile" per sostenere lo sforzo bellico, ma nientemeno che il leggendario endocrinologo Elliott Joslin stesso non era d'accordo. Ha detto: "La quota diabetica utile per il servizio militare è relativamente insignificante, i pericoli che il diabetico e il governo subirebbero se fossero indotti sono così grandi, e la necessità dei loro servizi nelle occupazioni civili dove sarebbero meno esposti a complicazioni così evidenti, che la regola attuale per ometterle dal draft sembra corretta. "

OK, quindi fummo efficacemente eliminati alla fase di iscrizione nella seconda guerra mondiale. Ma che dire di quei militari che hanno sviluppato il diabete mentre servivano? Secondo l'articolo di Marble, nella seconda guerra mondiale, gli ospedali dell'Esercito hanno trattato in media 1, 600 circa uomini ogni anno della guerra per il diabete che si era sviluppata durante il servizio. Molti hanno presentato la cancrena, altri sono entrati in coma. Ogni anno circa l'1% dei pazienti moriva. Dopo il trattamento, più di tre quarti di loro sono stati "separati per invalidità", ma l'altro trimestre è stato restituito al servizio. L'autore non sa perché, ma ipotizza che il loro diabete sia "lieve" o che i PWD siano "personale chiave". In altre parole, l'esercito ti manterrà se ha bisogno di te abbastanza male.

Durante la guerra, 60 soldati che hanno sviluppato il tipo 1 sono morti sotto la tutela dell'esercito. Trentatré erano dell'esercito, uno era un marinaio, uno era un marine, tre erano militari in pensione, cinque erano beneficiari e due erano con il Corpo di Conservazione Civile.Di quelli che sono morti, la maggior parte è perita entro 48 ore dall'ammissione in ospedale. I livelli di BG al momento del ricovero in un terzo dei militari erano superiori a 500 mg / dL. Marmo nota che quelli diagnosticati sul fronte interno sono andati molto meglio di quelli diagnosticati nei teatri di operazioni, in gran parte a causa del tempo di trasporto richiesto.

È interessante notare che, secondo me, recenti studi sui dati storici dell'esercito mostrano che i tassi di "squalifica" del diabete per i bianchi erano molto più alti che per i neri. Come più di tre volte superiore, suggerendo che il tasso di diabete per i caucasici era tre volte più alto al momento. Ma oggi i neri hanno un tasso di diabete quasi doppio rispetto a quello dei bianchi. Questo mi dice che ci sono stati dei grandi sconvolgimenti sociali nei decenni successivi che hanno fatto pendere la bilancia su chi ha più diabete.

Nel frattempo, gli effetti collaterali della guerra sembravano aver abbassato i tassi di diabete già modesti al momento. In alcuni paesi questo era dovuto al razionamento e in altri a causa della penuria. Ma a lungo andare, la guerra stessa potrebbe essere servita come un acceleratore per la crescita del diabete. Alcuni ricercatori ora credono che sperimentare la guerra, anche come un aumento del rischio per il civile, decenni dopo.

Per quanto riguarda le tue riflessioni sul fatto che avremmo abbastanza forza lavoro per riempire le fila se ci fosse un'altra grande guerra, non vedo un tipo di guerra mondiale

seconda guerra mondiale con massicci eserciti che si ripetano. Avresti bisogno di quel tipo di forza di truppa solo se Cina e Russia si unissero e decidessero di governare il mondo, e quali sono le probabilità?

Vieni a pensarci, forse faremmo meglio a dare una seconda occhiata alla nostra prontezza, dopotutto.

In realtà, penso che staremmo bene. Bene, non va bene. Mandare un'intera generazione in guerra non è mai "bello", ma penso che potremmo avere abbastanza persone in grado di riempire le fila. Ecco come la vedo io: il soldato è ancora il lavoro di un giovane, e anche con l'aumento del diabete in tutte le età, la prevalenza nel gruppo di età chiave è ancora abbastanza bassa da poter schierare un esercito piuttosto impressionante. Gli ultimi dati della Feds mostrano che il diabete nella fascia inferiore ai 20 anni (T1 e T2 combinati) costituisce solo un quarto dell'uno per cento della popolazione in quella fascia di età, suggerendo che il 99. 75% dei giovani di 18-20 anni sono draftable. E nell'intervallo 20-44 anni, il tasso di diabete è del 4. 1%, suggerendo che il 95. 9% è draftable. Rimani, Putin. Non siamo così grassi e pigri come immagini che siamo.

E abbiamo un'altra cosa dalla nostra parte che non abbiamo avuto grandi numeri nella seconda guerra mondiale, e questo è il potere delle ragazze. L'esercito di oggi è 14. 5% di donne. Potremmo sempre schierare un numero maggiore di femmine combattenti se necessario. E naturalmente anche la natura della guerra è cambiata. Un tipo di invecchiamento come me potrebbe pilotare un drone da un ufficio con aria condizionata nel Maryland, così come il buffone di 18 anni più buffo. Se la nazione si fosse disperata nel respingere le orde del nord, nessuno di noi D-gente che non fosse pronto per il combattimento poteva ignorare il consiglio di Joslin e riempire ancora tutti i ruoli di supporto al trofeo per le truppe di prima linea.

E per quello che vale, penso che noi D-folk faremmo buoni soldati, in prima linea o dietro le quinte. Perché se c'è una cosa che sappiamo come fare, è che sappiamo sicuramente come combattere.

Grazie per la grande domanda storica, e non dimenticare il Veteran's Day il mese prossimo!

Questa non è una colonna di consulenza medica. Siamo PWD che condividono liberamente e apertamente la saggezza delle nostre esperienze raccolte - la nostra conoscenza del passato dalle trincee. Ma non siamo MD, RN, NP, PA, CDE o pernici in peri. Bottom line: siamo solo una piccola parte della tua prescrizione totale. Hai ancora bisogno della consulenza professionale, del trattamento e della cura di un professionista medico autorizzato.

Disclaimer : Contenuto creato dal team Diabetes Mine. Per maggiori dettagli clicca qui.

Disclaimer

Questo contenuto è stato creato per Diabetes Mine, un blog sulla salute dei consumatori incentrato sulla comunità dei diabetici. Il contenuto non è revisionato da un medico e non aderisce alle linee guida editoriali di Healthline. Per ulteriori informazioni sulla partnership di Healthline con Diabetes Mine, fare clic qui.