Cercando di condurre una vita più forte e più sana? Iscriviti alla nostra newsletter Wellness Wire per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?  Iscriviti alla nostra newsletter  Wellness Wire  per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.
EASD: uno sguardo al futuro del diabete, dall'altra parte dello stagno

Quelli di noi negli Stati Uniti a volte ci sentiamo come se i nostri amici della Comunità del Diabete attraverso lo stagno prendessero tutti i gadget e i farmaci più interessanti prima di entrare negli Stati Uniti.

Un'anteprima dei momenti salienti del grande evento diabetico di quest'anno, il Meeting annuale dell'Associazione europea per lo S

tudy of Diabetes (EASD), ha rafforzato questa sensazione, ma porta un sacco di entusiasmo, dal momento che stiamo ottenendo un dare un'occhiata al futuro di quello che verrà.

L'EASD sta già andando a pieno regime a Berlino, in Germania, dopo aver preso il via lunedì e aver corso fino alla fine di questa settimana. Puoi prendere qualche tweet-coverage su @EASDnews e l'hashtag # EASD2012. E anche se il nostro team 'Mine non è lì di persona, stiamo guardando e forniremo aggiornamenti come possiamo.

Certo, per molti aspetti questo evento è come le Sessioni Scientifiche dell'American Diabetes Association, ma EASD attira in realtà circa 18.000 persone (più dell'ADA!), Forse perché i D-innovatori di tutto il mondo sono consapevoli che gli ultimi e più grandi progressi tendono a colpire l'Europa in primo luogo (grazie, FDA ...).

La stessa organizzazione EASD ha più di 7.000 membri che coprono circa 110 paesi e la sua riunione annuale si è svolta in un altro paese europeo ogni autunno dal 2001.

Ecco alcuni annunci di l'attuale incontro che ha attirato la nostra attenzione:

Un gioiello con pompa a patch lucide

Qualcuno ricorda la futuristica pompa patch chiamata Jewel? Si potrebbe ricordare che ha debuttato nel 2010 American Scientific Diabetes Association's Sessions.

Più piccolo di Omnipod (anche la prossima generazione prevista in USA a breve), un aspetto chiave di questa pompa patch ovale piatta è che è rimovibile! Utilizza la nuova tecnologia MEMS (Micro-Electro Mechanical System) microfluidica che è più precisa e mette tutto il cervello della pompa in un microchip da 2 grammi.

È possibile controllare la pompa tramite un'applicazione per smartphone compatibile con Android e i suoi sviluppatori forniscono un telefono che può funzionare come dispositivo medico; ha una modalità pompa che disabilita le funzioni di chiamata e di posta elettronica. Oltre a tutto ciò che è cool del 21 ° secolo, ha tutte le funzioni basilari di una pompa non patch che ci si aspetta, come il calcolatore del bolo, il database degli alimenti, i tag, ecc.

Quindi cosa c'è di nuovo con la pompa gioiello in mostra a questo anno EASD?

Recentemente abbiamo parlato telefonicamente con il dott. Frederic Neftel, presidente e CEO della Debiotech, azienda svizzera con sede nella Jewel Pump. Dice che originariamente, si aspettavano che la Jewel raggiungesse il mercato degli Stati Uniti nel 2011. Ma dopo essersi incontrati con la FDA e avere maggiori indicazioni sulle regole e sui requisiti delle sperimentazioni cliniche, sono stati impegnati a lavorare per migliorare e migliorare il loro concetto di prodotto.

Neftel dice che sono ora nella fase di levigatura di un "prodotto finale" progettato per un uso di sette giorni, piuttosto che nei sei giorni precedentemente programmati. E terrà 500 unità di insulina invece di 400 unità.

Ma quella lunga settimana non significa che saremmo confinati in un unico sito di infusione; Poiché la porzione del serbatoio di insulina è rimovibile, il set di infusione potrebbe essere estratto e sostituito in un nuovo punto ogni due o tre giorni senza la necessità di riempire il serbatoio, ha detto Neftel. Il dispositivo ha un design "anti-bolle d'aria" incorporato, che risponde a una preoccupazione che i tradizionali utenti di pompe spesso hanno quando riempiono i serbatoi (alzando la mano!).

Lo smartphone-ricevitore Jewel ha un bolo mago e un glucometro integrato, usando una nuova striscia più precisa che stanno progettando

chiamata GlucoStrip (che sarebbe accurata entro +/- 15% attraverso il BG- livello, meglio di quello che attualmente richiede la FDA).

Cosa succede se dimentichi il ricevitore del telefono? Nessun problema. Un'altra novità è rappresentata da due pulsanti integrati sui lati della pompa patch, che consentono di eseguire il bolusing rapido da un piccolo decimo di un'unità a un'unità completa di insulina.

La sicurezza è un'altra area che Debiotech ha affrontato, aggiungendo un chip in più per il lock-out che Neftel dice è lo stesso tipo che il Presidente USA Barack Obama usa nel suo Blackberry! Fondamentalmente, questa misura in più rende questo antimanomissione e anti-hacker (qualcosa che è stato in prima linea nella preoccupazione della DOC dopo la recente debacle della pompa hacker!).

Il gioiello ha anche un meccanismo di avviso di vibrazione e segnale acustico, un sensore di temperatura per l'insulina e un sensore di immersione in acqua, oltre a un rilevamento precoce dell'occlusione a. 01 unità piuttosto che la maggior parte delle pompe resistenti che avvisano solo 3 unità - probabilmente consentendo a un PWD di ricevere un avviso entro 12 minuti dall'occlusione piuttosto che diverse ore dopo, a seconda di quanta insulina viene utilizzata.

Mentre la versione iniziale della pompa gioiello non sarà integrata con un monitor glicemico continuo (CGM), Neftel ha detto che probabilmente la prossima generazione lavorerà con il sensore Gen4 di Dexcom negli studi clinici. Ha detto che la società sta sviluppando anche un software separato per interfacciarsi con l'iPhone e altri smartphone.

I primi studi clinici con il Gioiello sono iniziati ad aprile e di recente chiusi a settembre, con 35 pazienti che hanno utilizzato la pompa patch in sette centri per il diabete in Francia. I dati clinici relativi a tale studio sono stati presentati all'EASD e Neftel ha dichiarato che l'informazione è positiva.

Neftel è a conoscenza delle scadenze e delle possibili partnership, ma ha affermato che la società sta "parlando con potenziali partner" qui negli Stati Uniti e all'estero. Ha anche detto che, mentre in ultima analisi spetta alle agenzie di regolamentazione dettare i tempi di lancio, il piano è per loro di concludere i risultati dei loro studi europei e iniziare un secondo ciclo di studi clinici qui negli Stati Uniti all'inizio del 2013. Da lì, la presentazione di Il marchio CE e l'approvazione della FDA fluiranno mentre ottengono quei risultati.

Nel frattempo, Neftel ha detto che possiamo seguire il nuovo materiale sulla pompa patch, inclusi i video, i loro poster EASD e le informazioni sulla sicurezza, che saranno pubblicati entro questa settimana su www.jewelpump. com.

Insulina + Glucagone ad azione rapida più rapida

Anche presso EASD, la società biofarmaceutica Biodel Inc., con sede nel Connecticut, presenterà i dati sperimentali della sua nuova "insulina ad azione ultrarapida", che non solo potrebbe essere uno sviluppo chiave in generale per PWD insulino-dipendenti, ma anche fattore di progresso del pancreas artificiale.

Potresti ricordare alcune notizie recenti su Biodel, in quanto è la società che ha ricevuto una sovvenzione di due anni dal National Institutes of Health (NIH) per sviluppare un glucagone speciale che potrebbe essere usato in una pompa per insulina (o il pancreas artificiale) aumentare rapidamente i glicemici in caso di ipo. L'abstract presentato all'EASD è disponibile online.

JDRF Backs Research, Infrastructure

Dove si svolge la ricerca di tipo 1, puoi contare sul fatto che la JDRF sia coinvolta. L'organizzazione internazionale finanzia più di $ 100 milioni di ricerca ogni anno in ben 18 paesi e alla EASD di quest'anno la JDRF vanta oltre 30 studi presentati. Tutto ciò che va dai nuovi strumenti per studiare e trattare il tipo 1, alla prevenzione della malattia e anche proteggere o rigenerare le cellule beta produttrici di insulina nel pancreas. Un comunicato stampa dice che i nuovi studi includono:

  • Imaging delle cellule beta - Due studi hanno esaminato le tecniche per visualizzare le cellule beta produttrici di insulina ancora nel corpo. "Tali capacità, se perfezionate, consentirebbero agli scienziati di vedere e capire meglio come le cellule sono influenzate dalla risposta autoimmune, contribuendo agli sforzi per fermare la loro distruzione e promuovere la rigenerazione cellulare ". Questi studi sono stati condotti da ricercatori dell'Università di Uppsala in Svezia e dall'Istituto Bartholin di Copenaghen.
  • Terapie immunitarie - I ricercatori che rappresentano diverse istituzioni accademiche presenteranno i loro ultimi dati su diversi tentativi di preservare la funzione delle cellule beta in persone recentemente diagnosticate di tipo 1. Tre studi hanno utilizzato diversi agenti terapeutici, tra cui l'agente anti-CD3 Teplizumab, sviluppato da Macrogenics e testato da un team della Yale University.
  • Biomarcatori - Un team di ricercatori finanziati dal JDRF dell'Istituto di Bioinformatica e Biologia dei sistemi di Monaco presenterà risultati che esaminano le "firme metaboliche associate agli auto-anticorpi" ( oh, science talk! ), nel tentativo di determinare se la presenza di tali firme potrebbe mostrare un rischio elevato per il tipo 1. I biomarcatori accurati consentirebbero agli scienziati di indirizzare in modo più preciso i pazienti per gli studi clinici, oltre a misurare eventuali benefici terapeutici potenziali.

Oltre alle presentazioni di ricerca e ai due workshop condotti dai ricercatori JDRF, oltre all'annuncio di questa collaborazione, l'organizzazione annuncerà una partnership con la Danish Diabetes Academy, un nuovo programma per sviluppare l'infrastruttura di ricerca sul diabete in Danimarca supportata da Novo Nordisk Fondazione.

D-Management personalizzato

Roche Diabetes Care riferisce che solo la metà dei paesi europei ha attualmente introdotto piani nazionali di diamentro

ed è apparentemente simile a livello globale.Ma anche quei "programmi di gestione della malattia basati su una medicina basata sull'evidenza" non sono adeguati, perché non "abbattono sufficientemente (cura) a livello individuale in modo che possa avere un impatto sull'epidemia di diabete".

Inserisci Roche nuova iniziativa chiamata FOCUS: Diabete, con il motto: "Pazienti, prospettive, progresso". Questo simposio sui media scientifici ha riunito i giocatori dell'EASD per parlare di programmi personalizzati di gestione del diabete, insieme ad alcune conclusioni tratte da un articolo pubblicato di recente sul tema dal prof. Antonio Ceriello in Spagna.

Il simposio si concentrerà anche sui primi risultati dello studio ABACUS (Automated Bolus Advisor Control and Usability Study), che ha valutato se i pazienti che hanno testato il loro glucosio più spesso davano dosi di insulina più frequenti e quindi abbassavano i loro livelli di A1C (hanno ha fatto!). L'idea del simposio FOCUS è di chiedere alle autorità di osservare da vicino questi studi e iniziare a pensare ai modi in cui i risultati possono essere utilizzati per influenzare il migliore D-management quotidiano con i pazienti, ovunque essi vivano.

Succede molto di più "là", anche tu, quindi tieni d'occhio @EASDnews e # EASD2012 questa settimana!

Disclaimer : Contenuto creato dal team Diabetes Mine. Per maggiori dettagli clicca qui.

Disclaimer

Questo contenuto è stato creato per Diabetes Mine, un blog sulla salute dei consumatori incentrato sulla comunità dei diabetici. Il contenuto non è revisionato da un medico e non aderisce alle linee guida editoriali di Healthline. Per ulteriori informazioni sulla partnership di Healthline con Diabetes Mine, fare clic qui.