Mononucleosi Spot Test

Mononucleosi Spot Test
Test in mononucleosi: Panoramica, procedura e complicanze

Che cos'è un punto di mononucleosi Test?

Un test di mononucleosi (o Monospot) è un esame del sangue usato per determinare se sei infetto o meno dal virus Epstein-Barr, che è l'organismo che causa la mononucleosi infettiva. hanno sintomi di mononucleosi La mononucleosi è una malattia virale che colpisce alcune cellule del sangue e crea sintomi simil-influenzali.

MonoChe cos'è la mononucleosi?

La mononucleosi è un'infezione virale causata da il virus Epstein-Barr (EBV), che è un tipo di virus dell'herpes e uno dei virus umani più comuni, chiamato anche "mono" e "la malattia del bacio", la malattia non è considerato grave o pericoloso per la vita. Questa malattia colpisce tipicamente adolescenti e giovani adulti di 20 anni. I sintomi della mononucleosi infettiva possono rendere difficile continuare con le normali attività quotidiane. I sintomi possono durare da alcune settimane a un paio di mesi. In rari casi, può durare diversi mesi.

I sintomi della mononucleosi comprendono:

  • febbre
  • mal di gola
  • ghiandole gonfie
  • stanchezza insolita
  • mal di testa
  • perdita di appetito
  • sudorazione notturna > ittero (non comune)
  • milza gonfia (a volte)
  • Se si hanno questi sintomi per una settimana o più, si può avere mono. Il medico può eseguire il test in mononucleosi per confermare (o escludere) la diagnosi.

Come funziona il test In che modo il test rileva il virus?

Quando un virus infetta il corpo, il sistema immunitario si mette al lavoro per combatterlo. Questa è la reazione protettiva del tuo corpo. Include il rilascio di alcuni anticorpi, o "cellule combattenti", incaricati di inseguire le cellule virali.

Il test della mononucleosi cerca la presenza di due anticorpi che si formano tipicamente quando alcune infezioni - come quelle causate dal virus Epstein-Barr - sono presenti nel corpo. I tecnici di laboratorio posizionano il campione di sangue su un vetrino da microscopio, lo mescolano con altre sostanze e poi osservano per vedere se il sangue comincia a formarsi. Se lo fa, il test è considerato una conferma positiva della mononucleosi.

Procedura Cosa succede durante un test in mononucleosi?

Questa procedura viene eseguita più spesso una volta che i sintomi si sono sviluppati, che in genere sono da 4 a 6 settimane dopo l'esposizione (il termine è indicato come periodo di incubazione). Il test aiuta a confermare una diagnosi della malattia. Come la maggior parte degli esami del sangue, viene eseguito da un medico o da un operatore sanitario (come un'infermiera) che preleva un campione di sangue da una vena, di solito all'interno del gomito o sul dorso della mano. (A volte può essere usato un semplice esame con la puntura di un dito.)

Il medico avvolge una fascia elastica intorno al braccio per far riempire la vena di sangue.Quindi inseriranno delicatamente un piccolo ago nella vena, consentendo al sangue di fluire in un tubo collegato. Quando la provetta contiene abbastanza sangue, il medico ritira l'ago e copre la piccola ferita da puntura con una benda.

Per un esame con la punta di un dito, il medico eseguirà una piccola puntura sulla punta dell'anulare, quindi spremerà per raccogliere abbastanza sangue in una piccola provetta per eseguire il test. In seguito una benda viene posizionata sopra la piccola ferita.

Complicazioni Ci sono potenziali complicazioni associate al test?

Anche se le analisi del sangue sono estremamente sicure, alcune persone possono sentirsi lucide dopo che è finita. Se avverti la sensazione di testa vuota, informi il medico o l'infermiere e siediti in ufficio fino a quando non passa. Possono anche farti uno spuntino e una bevanda per aiutarti a recuperare.

Altre complicanze possono includere dolore al sito di iniezione, in particolare se il medico o l'infermiere hanno difficoltà a raggiungere le vene. Ottenere un campione di sangue a volte può essere difficile se la vena è particolarmente piccola o difficile da vedere. Potresti anche avere un leggero rischio di ematoma, che è fondamentalmente un livido. Questo in genere guarirà da solo dopo alcuni giorni. Un impacco caldo può aiutare se si nota alcun gonfiore.

Come per tutte le procedure che creano un'apertura nella pelle, esiste una rara possibilità di infezione. Il medico utilizzerà un tampone imbevuto di alcool per pulire preventivamente il luogo di inserimento, che quasi sempre previene le infezioni. Tuttavia, dovresti prestare attenzione a qualsiasi sviluppo di gonfiore o pus e assicurati di mantenere pulito il sito di ingresso dell'ago dopo che sei tornato a casa.

Infine, se ha disturbi della coagulazione o se sta assumendo farmaci fluidificanti del sangue come il warfarin o l'aspirina, assicurati di dirlo al medico prima del test.

Capire i risultati dei test Cosa significa un risultato positivo?

Un risultato positivo del test significa che gli anticorpi responsabili dell'attacco del virus Epstein-Barr sono stati rilevati nel sangue e che si è per lo più probabilmente infetti dal virus. In rare occasioni, il test può mostrare anticorpi anche se non si è infetti. Ciò può verificarsi soprattutto se si hanno epatite, leucemia, rosolia, lupus eritematoso sistemico o altre malattie infettive e alcuni tipi di cancro.

Se il test risulta negativo, può significare che non si è infetti o che il test può essere eseguito troppo presto o troppo tardi per rilevare gli anticorpi. Il medico potrebbe raccomandare un secondo test in un paio di settimane o provare altri test per confermare la diagnosi.

Se il medico decide che hai la mononucleosi, probabilmente ti diranno di riposare, bere molti liquidi e assumere analgesici per abbassare la febbre. Sfortunatamente, al momento non ci sono farmaci specifici per trattare l'infezione.