Trattamento sintomatico della spasticità nella sclerosi multipla

Trattamento sintomatico della spasticità nella sclerosi multipla
Trattamento sintomatico della spasticità nella sclerosi multipla

L'eziologia della spasticità nella sclerosi multipla è dovuta sia alla rigidità del tono muscolare in un periodo prolungato di tempo, sia al risultato di spasmi intermittenti. La fisiopatologia non è completamente definita ma si pensa che implichi cambiamenti nei percorsi afferenti ed efferenti dei motoneuroni alfa.

I sintomi di disagio e dolore che si verificano a seguito di spasticità vanno dalle sensazioni di tensione nella muscolatura a forti dolori ... Il dolore può verificarsi frequentemente nelle articolazioni o nella regione lombare e varia con la posizione, la postura e il rilassamento. È tipico della sclerosi multipla vedere la spasticità che varia in gradi e in luoghi che sono affetti da affaticamento.

La spasticità si verifica comunemente con altre condizioni, ma deve essere differenziata da clonus, distonia, movimento di atetoide, corea, rigidità, ballismi o tremore.

Una proposta di eziologia della spasticità nella sclerosi multipla

La sclerosi multipla è una malattia che causa la rottura dei segnali neuronali a causa della demielinizzazione degli assoni neuronali e la spasticità può derivare da uno squilibrio nella segnalazione neurale. I riflessi da stiramento iperattivo si manifestano, provocando tensioni muscolari esagerate o contrazioni muscolari involontarie. Le esacerbazioni derivano da vari fattori scatenanti, tra cui temperatura, umidità o processi di malattie infettive. I trigger fisici esterni possono includere l'impatto di qualcosa di così innocuo come un abbigliamento stretto.

Perle diagnostiche

Dopo aver ottenuto una storia clinica completa, incluso il regime terapeutico corrente, vengono utilizzate semplici manovre fisiche come la gamma di movimento attiva e passiva o la capacità di eseguire semplici compiti motori per determinare il livello di danno del paziente. Il trattamento per la spasticità può variare dalla terapia fisica alla terapia fino alla chirurgia, nei casi più gravi.

Gestione della spasticità

Gli obiettivi del trattamento della spasticità comprendono la conservazione della funzione, in particolare in relazione alla mobilità e alla capacità di svolgere attività quotidiane; prevenzione di qualsiasi deformità ortopedica permanente o sviluppo di ulcere da pressione; riduzione del dolore; e stretching per raggiungere l'adattamento appropriato con plantari.

Il trattamento della spasticità sarà influenzato da gravità, posizione, durata, successo di qualsiasi trattamento precedente, stato funzionale e piani futuri, eventuali comorbilità, probabilità di conformità al trattamento e disponibilità di un sistema di supporto e un piano per seguire -su. Prima che la spasticità diventi un problema, i pazienti devono essere gestiti con misure preventive in atto. Non esiste un algoritmo graduale per il trattamento della spasticità derivante dalla SM e molte misure terapeutiche possono essere utilizzate contemporaneamente o in modo intercambiabile.

Fisioterapia

Il primo passo per cercare di alleviare la spasticità include la terapia fisica con l'obiettivo di allungare i muscoli attraverso esercizi di stretching su base giornaliera.Altri trattamenti possono includere splintaggio, fusione o rinforzo, se necessario, per mantenere la gamma di movimento o flessibilità. La terapia fisica può coinvolgere anche acquatiche, ippoterapia, ecografia e biofeedback. 1

Terapia farmacologica

Se la terapia fisica e occupazionale si rivelano inadeguate, vengono spesso prescritti farmaci come baclofen o Zanoflex. Il valium è un ottimo rilassante muscolare e viene usato in molti casi per alleviare gli spasmi notturni. 2

Per spasticità recalcitrante che non risponde ai farmaci per via orale, una pompa può essere impiantata per somministrare farmaci localmente. Una pompa baclofen è comunemente utilizzata. Le iniezioni di Botox sono un'altra terapia, iniettata direttamente nella zona interessata per rilassare i muscoli contratti.

Altre modalità di trattamento

Le contratture si verificano in genere quando il muscolo incrocia due articolazioni. Gli stimolatori del midollo spinale vengono talvolta utilizzati per il controllo del dolore, piuttosto che per la riduzione della spasticità.

Il trattamento chirurgico per la spasticità è un'opzione nei pazienti con importanti problemi di qualità della vita e nessuna risposta ad altre terapie. Queste tecniche comprendono il rilascio del tendine, che viene eseguito per resecare i tendini contratti dal muscolo interessato. È interessante notare che le procedure chirurgiche non alterano la spasticità del muscolo, ma poiché i legamenti o i tendini sono resecati, gli effetti della spasticità sono ridotti al minimo.

L'impatto del trattamento di un muscolo spastico deve essere considerato alla luce dell'azione del gruppo muscolare antagonista. Si dovrebbe prendere in considerazione la possibilità di trattare sia l'agonista che l'antagonista. Inoltre, in alcuni casi la spasticità può fornire un sostituto per la forza, e quindi ha uno scopo funzionale che può diminuire con il trattamento. Alcuni gruppi muscolari sono più frequentemente presi di mira per il trattamento nella sclerosi multipla e comprendono la riduzione e l'adduzione dell'anca, la flessione del ginocchio e i gruppi di flessione plantari. Altri muscoli coinvolti includono spesso l'adduttore magnus, iliopsoas, muscoli posteriori della coscia, tibiale posteriore, soleo e gastrocnemio.

Un'ulteriore opzione di trattamento, una rizotomia, consiste nella resezione del nervo spinale interessato e viene usata più comunemente per alleviare la spasticità negli arti inferiori. La terapia fisica post-chirurgica e la terapia occupazionale ottimizzano significativamente i benefici della rizotomia. 3

Le decisioni sul trattamento devono essere considerate alla luce dello stato funzionale del singolo paziente. Prima di intraprendere il trattamento, è importante escludere qualsiasi fattore trattabile, incluse lesioni del midollo spinale o impingement dei nervi periferici. La spasticità può essere esacerbata dall'infezione, dalla distensione della vescica, dall'impatto dell'intestino, dal freddo, dall'affaticamento o dallo stress, da un posizionamento scorretto e dall'attività convulsiva. La spasticità può presentarsi in modo simile all'attività di sequestro, ma non c'è né un periodo post-critico né una qualità ritmica o simmetrica.

Il trattamento della spasticità nei pazienti con SM è così spesso transitorio che il rapporto rischio / beneficio deve essere attentamente calcolato.La terapia fisica e occupazionale rimane componenti estremamente importanti del trattamento.