Cercando di condurre una vita più forte e più sana? Iscriviti alla nostra newsletter Wellness Wire per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?  Iscriviti alla nostra newsletter Wellness Wire  per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.
L'azienda farmaceutica Janssen investe nella ricerca sulla cura del diabete

Proprio l'altro giorno, abbiamo avuto una bella risata dell'1 aprile su tutti i titoli di "cura" del diabete. Ma oggi stiamo guardando più seriamente a come Big Pharma sta mettendo i suoi soldi dove è la bocca, come nel combattere il diabete per davvero investendo nella ricerca di cure. Nessun scherzo.

A metà febbraio Janssen Pharmaceuticals di proprietà JnJ annunciò che stavano collaborando con JDRF per perseguire un nuovo approccio scientifico che, se avesse successo, avrebbe prevenuto e intercettato, e quindi efficacemente curato, il diabete di tipo 1 (T1D). Questo sembra essere il primo sforzo nel suo genere, con la ricerca di finanziamenti per il settore farmaceutico specificamente mirata a individuare e contrastare le cause del T1D.

Janssen chiama questa iniziativa il Disease Interception Accelerator (DIA), e in effetti il ​​T1D è solo la prima condizione a essere focalizzata su altri stati patologici in arrivo. Nel loro cosiddetto T1D Venture, gli scienziati hanno già iniziato a lavorare per sviluppare nuovi strumenti diagnostici, terapie e persino approcci combinati per intercettare il T1D prima che inizi e capire il ruolo dei potenziali fattori scatenanti per la condizione.

Alla fine di marzo, ci siamo uniti a una manciata di altri sostenitori del diabete per un webinar di Janssen che presenta la DIA. Il team di Janssen che ha guidato la chiamata includeva David Detmers, JnJ Lifescan Communications Director; Il Dr. Ben Wiegand che dirige la DIA; Il Dr. Joe Hedrick, che ha trascorso anni come scienziato della JDRF ed è ora il leader del T1D Venture di Janssen; e il Dr. Kevin Wildenhaus che è il capo della scienza comportamentale di JnJ.

Janssen ha lavorato sul concetto di acceleratore a partire dalla metà del 2014 per esplorare le malattie che meglio si adattano ai criteri e riunire il miglior team scientifico possibile. Non c'è alcuna parola sul livello esatto di finanziamento o qualsiasi orario, poiché tutto dipende da ciò che la scienza detta, ci viene detto ( hmmm ...? )

Ma la parte interessante è che Janssen crede che questo l'iniziativa potrebbe portare a screening di tipo 1 e sforzi di intercettazione che diventano parte delle visite pediatriche di routine durante visite mediche regolari, così come altri controlli sanitari vengono effettuati regolarmente sui bambini.

"Non dovresti sederti e aspettare che la malattia ti raggiunga", dice Hedrick.

"Riteniamo di poter aiutare a prendere decisioni in questo spazio (e fornire informazioni) su quali virus potrebbero giocare un ruolo nello sviluppo del T1D. Pensiamo di poter fornire alcuni nuovi approcci per intercettare il diabete di tipo 1. bisogno di capire cosa sta succedendo, ma anche i mezzi e le misure per vedere cosa sta succedendo con biomarcatori specifici. "

Nelle diapositive presentate durante il webinar del 26 marzo, Janssen ha delineato l'obiettivo e gli obiettivi della T1D Venture:

Janssen dice anche che sta cercando di pensare a questa ricerca nel modo più ampio possibile, in modo che non si stanno limitando in alcun modo.Sono disposti a collaborare con medici, altre società o organizzazioni, scienziati di tutto il mondo e anche sostenitori del diabete per capire cosa deve essere fatto - ciò include TrialNet e altri considerati "i principali attori nella ricerca T1D" a livello globale.

Ovviamente è molto incoraggiante sapere che Janssen è disposto a collaborare con concorrenti e anche con attori non tradizionali - come la nostra comunità di sostenitori dei pazienti diabetici - per raggiungere questo importante obiettivo.

"Ciò richiederà un cambiamento culturale, che possiamo lavorare insieme e coinvolgere le popolazioni a rischio in questa ricerca a un livello così basso", dice Hedrick.

Per JDRF, questa ricerca è proprio al centro dei suoi attuali interessi, che abbiamo seguito da vicino: studi sulle prime fasi del T1D e la recente iniziativa di medicina di precisione che raccoglierà finanziamenti più diffusi e R & S su tutta la linea.

Abbiamo contattato il Dott. Richard Insel, responsabile scientifico JDRF per avere una sua prospettiva sulla nuova iniziativa Janssen DIA, e ci dice:

"Nell'ultimo decennio abbiamo acquisito la capacità di diagnosticare il diabete di tipo 1 prima dell'inizio dei sintomi clinici della malattia. L'intercettazione delle malattie può aiutare a fornire un nuovo approccio per prevenire la malattia sintomatica e la dipendenza da insulina per le persone con diabete di tipo 1 e creare un grande valore riducendo l'onere sui sistemi sanitari globali. La JDRF ha creduto a lungo nell'intercettazione della malattia e siamo ansiosi di collaborare con la DIA di Janssen per concentrarci sull'integrazione della scienza innovativa per sviluppare nuove terapie, diagnostica precisa e nuovi modelli di business per combattere il T1D. "

Quindi sì, questo sembra pieno di speranza. Ma non è possibile aggirare l'ovvia verità che, dopo decenni, non si sa ancora che cosa causa alcun tipo di diabete. Certo, i ricercatori hanno alcune idee. Ma non esiste una scienza chiara che mostri cause esatte o fattori scatenanti, e nulla può essere fatto a questo punto per prevenire il tipo 1.

Tuttavia, questo tipo di impegno nel Pharma per curare la ricerca è unico e con un approccio aperto alla collaborazione sembra molto promettente.

Teorici della cospirazione, prendi nota: almeno una società farmaceutica sta lavorando per far parte della soluzione oltre alla semplice vendita di farmaci e trattamenti.

Grazie, Janssen, per la speranza di creare qui un nuovo precedente!

Disclaimer : Contenuto creato dal team Diabetes Mine. Per maggiori dettagli clicca qui.

Disclaimer

Questo contenuto è stato creato per Diabetes Mine, un blog sulla salute dei consumatori incentrato sulla comunità dei diabetici. Il contenuto non è revisionato da un medico e non aderisce alle linee guida editoriali di Healthline. Per ulteriori informazioni sulla partnership di Healthline con Diabetes Mine, fare clic qui.