Tatuaggi per l'HIV / AIDS belli e stimolanti

Tatuaggi per l'HIV / AIDS belli e stimolanti
Che ispirano i tatuaggi per l'HIV / AIDS

Ci sono circa 1,2 milioni di persone che vivono con l'HIV solo negli Stati Uniti. Mentre il numero di nuove diagnosi è diminuito negli ultimi anni, oltre 44.000 persone hanno dichiarato di avere l'HIV nel 2014.

Molte persone che hanno l'HIV / AIDS ricevono tatuaggi per una serie di motivi. Alcuni li fanno ricordare a se stessi, così come agli altri, che sono più forti della loro malattia. Altri usano i loro tatuaggi per aumentare la consapevolezza del virus e per essere ascoltati.

Abbiamo contattato i nostri lettori per condividere i loro tatuaggi e le loro storie con il mondo. Ecco alcuni dei tatuaggi che hanno ottenuto per sensibilizzare sull'HIV / AIDS e per potenziare se stessi e gli altri.

Hai un tatuaggio ispirato all'HIV / AIDS? Inviaci una foto per email a nominationa @ healthline. com ! Parlaci del tatuaggio e del perché lo ami e se vuoi che condividiamo il tuo nome.

"La mia ispirazione per il mio tatuaggio è stata la mia zia e la fine di una relazione romantica. Mia zia ha lavorato per la Croce Rossa per molti anni ed è stata la mia roccia quando ho scoperto il mio stato. Il mio ex era un paramedico e la linea nera segnava la fine della relazione. Entrambi hanno giocato parti così importanti nella mia crescita non solo come uomo, ma come attivista dell'HIV. Adoro raccontare la mia storia e mi hanno dato la mia voce. "- Cody Hall

"Ho ricevuto questo per commemorare il completamento del viaggio in Australia / LifeCycle in California l'anno scorso. Ho fatto il giro per dare il dito all'HIV e per aiutare a restituire tutto l'aiuto che ho ricevuto dalla mia diagnosi. "- Hayes Colburn

" Questo tatuaggio è il mio tributo a mio fratello scomparso nel 2006. È anche un omaggio a mia mamma che ho perso per cancro al seno nel 1988. Quindi è un nastro rosa / rosso combinato con angelo ali e un alone. "- Shawn Schmitz

" Mi chiamo Alon Madar e sono un attivista per l'HIV in Israele. Ho ricevuto il tatuaggio dopo aver partecipato alla conferenza Living 2012 per PLHIV / AIDS organizzata da GNP +. Essere circondato da estranei che condividono la stessa passione per l'attivismo per l'HIV / AIDS come me, mi ha lasciato profondamente motivato. Volevo ricordare quell'esperienza come una pietra miliare personale, quindi ho usato il nastro rosso con un punto in alto per indicare il logo della conferenza e anche per indicare il pronome "I. 'Le lettere "am" significano le mie iniziali. Anche se non è indicato chiaramente, il messaggio è chiaro allo spettatore: sono positivo. "- Alon Madar

" Ho un tatuaggio con il nastro rosso sul mio avambraccio. Volevo che fosse grande e audace perché voglio che le persone vedano che vivo con l'HIV e sono aperto a riguardo. "- Bret Shea

" Mi sono tatuato alla caviglia inferiore nel 2000, 10 anni dopo la mia diagnosi. Era su una t-shirt di un ritiro per l'HIV che frequentavo e pensavo che sarebbe stato un ottimo tatuaggio. Non temere di sperare. "- Nancy D.

" Ho ricevuto questo tatuaggio per festeggiare il mio decimo anniversario di diagnosi di AIDS in piena regola.Il 4 novembre 2004, sono stato portato in ospedale con numerose infezioni opportunistiche e non sapevo nemmeno di essere HIV positivo. La mia carica virale era sul tetto e il mio numero di cellule T era di quattro. Sono quasi morto. Eccoli tutti questi anni dopo, e sono incredibilmente sano. Il tat è una citazione dalla prima riga di un poema di E. E. Cummings. Sono così grato di essere vivo, e per tutto ciò che Divine Wow ha in serbo per me! "- Charles Sanchez

" Ho il design speciale di "Jesus" sul mio polso sinistro interno. Mio nonno era solito realizzare questo disegno dalle partite quando ero bambino. Quando ho scoperto di essere sieropositivo, mi sono davvero appoggiato alla mia fede e alla mia convinzione in un potere più grande per aiutarmi a far fronte alle notizie devastanti. Ho trovato speranza e grazia attraverso la mia fede. Il tatuaggio mi ricorda ogni giorno che sono ancora qualcuno in grado di ottenere cose interessanti nella mia vita (anche se vivo con l'HIV). È divertente, penso che il tatuatore non abbia ancora idea di cosa significhi o dica. "- Josh Robbins

" Il triangolo rosa sbiadito ricorda tutti gli omosessuali che sono passati. I confini del nastro di sensibilizzazione sull'HIV / AIDS sono sfilacciati per mostrare le lotte con cui le persone sieropositive devono convivere. "- Ryan Streeter

" Mi chiamo Elizabeth ed entrambi i miei genitori hanno l'AIDS in piena regola. Tutti parlano del fatto che il mondo è freddo e crudele. Non sento nulla se non quanto siano duri gli uni gli altri e come gli umani siano giudicati malati, per essere diversi. Vedo quotidianamente quanto sia terrificante questo virus. Ma la mia famiglia è molto più vicina a causa di ciò. La vita è molto più dolce. L'amore è molto più profondo. Il mio tatuaggio rappresenta la bellezza che si trova in una vita circondata dal virus. "- Elizabeth

" Nell'agosto 2001, l'HIV era stata una parte importante della mia vita per molto tempo (perdendo due partner, ricoverato in ospedale numerose volte, condizione di AIDS per oltre 10 anni), ho abbracciato il logo del rischio biologico, non in peccato, ma perché sono un sopravvissuto a lungo termine! Inchiostrato sulla schiena, il mio tatuaggio ispirato all'HIV, che non è immediatamente visibile, rappresenta due cose dopo essere stato sieropositivo per oltre 30 anni: l'HIV non è la prima cosa che la gente vede quando mi vedono, e il peggiore di L'HIV / AIDS è dietro di me mentre continuo ad andare avanti. "- Michael Bivens

" Ho ricevuto questo tatuaggio come ricordo. Io personalmente non ho l'HIV, ma mio zio è morto 18 anni fa. Non passa giorno che io non pensi a lui. "Never Forget" è per lui. Nessuno dimenticherà mai la sua personalità, il suo carattere e la sua arte. Era un artista straordinario e ho sentito che questo pezzo che ho disegnato avrebbe portato molti ricordi su di lui. Non lo dimenticherò mai! - Hollie

"Sono il direttore del programma di Francis House a Camden, nel New Jersey. Francis House è un ministero per tutti i soggetti infetti e affetti da HIV / AIDS. I secolari e i frati della mia chiesa hanno iniziato questo grande ministero 17 anni fa. Ho disegnato il mio inchiostro, che è il francescano Tau (sono un francescano secolare). È avvolto nel nastro rosso della consapevolezza con le parole "Love Heals."Assistiamo ogni giorno alla guarigione con risate, amicizia e amore incondizionato! "- Susan Piliro

" Dopo essere stato diagnosticato 22 anni fa, sono diventato un amante del tatuaggio estremo. Ora ho entrambe le braccia con le maniche e tutto il mio petto è finito. Tutti i miei tatuaggi hanno un significato molto significativo per loro, e tengo ciascuno molto vicino al mio cuore. La prima foto che avevo fatto l'estate scorsa dopo aver trascorso tre mesi nell'ospedale di Stanford. Mi sentivo come, "Se potessi farcela, posso perseverare attraverso qualsiasi cosa! "Il secondo è il mio Rock of Ages. Ho capito perché questa malattia richiede un po 'di fede per attraversarla con grazia. Il terzo è il mio sacro cuore, che è auto-esplicativo. - Elena Steeves