Vitamine del cervello: le vitamine possono aumentare la memoria?

Vitamine del cervello.

Vitamine del cervello: le vitamine possono aumentare la memoria?
Vitamine del cervello: Può Le vitamine aumentano la memoria?

Un tablet può davvero aumentare la tua memoria?

Se si soffre di Alzheimer o si hanno semplicemente problemi di memoria, alcune vitamine e acidi grassi hanno rallentato o prevenuto la perdita di memoria. La lunga lista di potenziali soluzioni include vitamine come la vitamina B-12, integratori a base di erbe come ginkgo biloba e acidi grassi omega-3. Ma un tablet può davvero aumentare la tua memoria?

Gran parte delle prove per le "cure" popolari non è molto forte. Qui, discutiamo di cosa hanno da dire recenti studi clinici sulle vitamine e sulla perdita di memoria.

Vitamina B-12Vitamin B-12

Gli scienziati hanno a lungo ricercato la relazione tra bassi livelli di B-12 (cobalamina) e perdita di memoria. Secondo un esperto della Mayo Clinic, avere abbastanza B-12 nella dieta può migliorare la memoria. Tuttavia, se si ottiene una quantità adeguata di B-12, non vi è alcuna prova che un'assunzione maggiore abbia effetti positivi. Ricerche promettenti dimostrano che il B-12 può rallentare il declino cognitivo nelle persone con Alzheimer precoce quando assunto insieme agli acidi grassi omega-3.

La carenza di B-12 è più comune nelle persone con problemi intestinali o di stomaco, o vegetariani rigorosi. La metformina del farmaco contro il diabete ha anche dimostrato di abbassare i livelli di B-12.

Dovresti essere in grado di ottenere abbastanza B-12 in modo naturale, come si trova in alimenti come pesce e pollame. Cereali per la colazione fortificati è una buona opzione per i vegetariani.

Vitamin EVitamin E

Ci sono alcune prove che suggeriscono che la vitamina E può giovare alla mente e alla memoria nelle persone anziane. Uno studio del 2014 in JAMA: Il Journal of American Medical Association ha scoperto che elevate quantità di vitamina E possono aiutare le persone con malattia di Alzheimer da lieve a moderata. I partecipanti hanno assunto dosi di 2, 000 unità internazionali (UI) al giorno. Tuttavia, questo importo non è sicuro, secondo il Dr. Gad Marshall della Harvard Medical School. Prendendo più di 1, 000 IU al giorno è particolarmente rischioso per le persone con malattie cardiovascolari, in particolare per quelli con anticoagulanti. Aumenta anche il rischio di cancro alla prostata.

Indipendentemente dalla tua età o condizione, dovresti essere in grado di assumere abbastanza vitamina E dal cibo. Chiedi al tuo dottore se sei interessato a ulteriori importi. La carenza di vitamina E è rara, sebbene possa verificarsi nelle persone con diete a basso contenuto di grassi.

La vitamina si trova in:

  • noci
  • semi
  • frutti di colore scuro, come mirtilli, avocado e more
  • verdure, come spinaci e peperoni

Altre cure possibili Altre potenziali cure

Per quanto riguarda il ginkgo biloba, concorrono sia studi più vecchi che più recenti: l'integrazione non sembra rallentare la perdita di memoria o prevenire il rischio di malattia di Alzheimer.

Non ci sono molte prove che suggeriscano una relazione tra omega-3 e memoria. Tuttavia, la ricerca è attualmente in corso. Uno studio recente pubblicato sulla rivista Alzheimer & Demenza ha dimostrato che l'olio di pesce può migliorare l'elaborazione del cervello non legata all'Alzheimer. I risultati degli studi hanno dimostrato che le persone che hanno assunto integratori di olio di pesce hanno avuto meno atrofia cerebrale rispetto a chi non l'ha fatto.

Un altro studio condotto su adulti sani di età compresa tra 18 e 45 anni ha mostrato che l'assunzione di 1. 16 grammi al giorno di acido docosaesaenoico (DHA) ha contribuito ad accelerare il tempo di reazione nella memoria a breve termine. Tuttavia, mentre il tempo di reazione è migliorato, la memoria stessa non ha funzionato.

Il DHA è un tipo principale di acido grasso omega-3 e l'EPA (acido eicosapentaenoico) è un altro. Potete trovarli naturalmente in carni di organi e pesci come il salmone.

I migliori modi Modi migliori per aiutare la tua memoria

Sia per i giovani che per gli anziani, è prezioso ottenere le vitamine alimentari dal cibo che mangi. Gli integratori possono riempire gli spazi vuoti, ma consultare il medico prima di procedere con l'assunzione giornaliera raccomandata.

Indipendentemente dalla tua età, il modo migliore per combattere il declino della memoria è quello di mangiare bene e di esercitare il tuo corpo e il tuo cervello, consiglia Marshall. Raccomanda caldamente la dieta mediterranea come una buona fonte di tutte le vitamine di cui il tuo corpo ha bisogno.

La dieta mediterranea è stata citata come un modo per migliorare la memoria. I tratti distintivi della dieta includono:

  • alimenti per lo più vegetali
  • limitando (o tagliando completamente) la carne rossa
  • mangiando pesce
  • usando quantità liberali di olio d'oliva per preparare i pasti

Per saperne di più: La dieta mediterranea: 21 ricette "

Le diete che sono simili alla dieta mediterranea includono la dieta MIND e la dieta DASH (dieta per l'ipertensione), entrambe le diete sono state trovate per ridurre l'insorgenza del morbo di Alzheimer. > La dieta MIND, in particolare, pone l'accento sul consumo di verdure a foglia verde e vegetali oltre alle raccomandazioni sulle proteine ​​e sull'olio d'oliva della dieta mediterranea.

Avere una forte rete di supporto e essere impegnati nella comunità locale sono stati suggeriti come modi per ritardare o prevenire la demenza. Stabilire sane abitudini di sonno può anche proteggere il cervello. Gli studi continuano a dimostrare che l'esercizio fisico di routine attiva il cervello in modi che altri hobby non lo fanno. funzione nativa a lungo termine.

Scelte di stile di vita che danneggiano le scelte di Lifestyle della memoria che danneggiano la memoria

Puoi iniziare a prenderti cura del tuo cervello semplicemente essendo più attento agli alimenti e alle abitudini che hanno dimostrato di danneggiarlo. Il cibo fritto è stato collegato al danno del sistema cardiovascolare, che colpisce l'efficienza del cervello. Il cibo fritto porta anche a livelli elevati di colesterolo, e la ricerca ha collegato la demenza al colesterolo alto.

Molti fattori di rischio del morbo di Alzheimer, come l'obesità e uno stile di vita sedentario, sono sotto il tuo controllo. Anche il cambiamento di uno di questi fattori di rischio ha mostrato di ritardare l'insorgenza della demenza.