Ipothyroidism Diet Plan

Ipothyroidism Diet Plan
Programma di dieta per l'ipotiroidismo: cosa mangiare, cosa evitare

L'ipotiroidismo si verifica quando i livelli dei due ormoni tiroidei, triiodotironina (T3) e tiroxina (T4), sono troppo bassi. Anche se cambiare la dieta da sola non è sufficiente per ripristinare i livelli normali di ormone tiroideo, evitare alcuni cibi e mangiare più di altri può migliorare l'assorbimento del corpo di questi ormoni.

Alimenti da evitare

Molti alimenti e integratori comuni contengono composti che interferiscono con la funzione tiroidea. In generale, è meglio evitare quanto segue:

Soia

Gli studi suggeriscono che i fitoestrogeni in semi di soia e cibi ricchi di soia possono inibire l'attività di un enzima che produce ormoni tiroidei. Uno studio ha rilevato che le donne che hanno assunto integratori di soia avevano una probabilità tre volte maggiore di sviluppare ipotiroidismo.

Alimenti ricchi di iodio

Alcune forme di ipotiroidismo sono causate dalla mancanza di sufficiente iodio. In questi casi, l'uso di sale iodato o alimenti arricchiti di iodio può essere utile. Ma mangiare troppo iodio può avere l'effetto opposto e sopprimere l'attività della ghiandola tiroidea. Verificare con il proprio medico prima di assumere integratori.

Supplementi di ferro e calcio

L'assunzione di integratori di ferro o di calcio può anche modificare l'efficacia di molti farmaci per la tiroide.

Alimenti ricchi di fibre

Sebbene una dieta ricca di fibre sia generalmente raccomandata, troppa fibra consumata subito dopo l'assunzione di farmaci tiroidei può interferire con il loro assorbimento. Attendere due ore prima di mangiare un pasto ricco di fibre (uno con più di circa 15 grammi di fibra).

Alcuni vegetali

Le verdure crocifere che sono ricche di fibre, come broccoli, cavoli, spinaci, cavoli e cavoletti di Bruxelles, possono inibire l'assorbimento dei farmaci tiroidei. Ridurre la quantità di tali prodotti al mattino subito dopo l'assunzione del farmaco può aiutare.

Caffeina, tabacco e alcol possono anche influenzare l'efficacia della medicina della tiroide. Chiedi al tuo medico per suggerimenti su come regolare o ridurre il consumo.

Alimenti da mangiare

Gli alimenti ricchi di sostanze nutritive che migliorano la salute possono anche portare benefici alla ghiandola tiroidea. Alcuni composti e integratori possono essere d'aiuto. Questi includono:

Frutta e verdura ricca di antiossidanti

Mirtilli, pomodori, peperoni e altri alimenti ricchi di antiossidanti possono migliorare la salute generale e avvantaggiare la ghiandola tiroidea. Anche mangiare cibi ricchi di vitamine del gruppo B, come i cereali integrali, può essere d'aiuto.

Selenio

Sono necessarie piccole quantità di selenio per gli enzimi che fanno funzionare correttamente gli ormoni tiroidei. Mangiare cibi ricchi di selenio, come semi di girasole o noci del Brasile, può essere utile.

Tirosina

Questo amminoacido viene utilizzato dalla ghiandola tiroidea per produrre T3 e T4. Buone fonti di tirosina sono carni, prodotti lattiero-caseari e legumi. Prendere un integratore può aiutare, ma chiedi al tuo medico in anticipo.

Dieta e integratori a base di erbe

L'ipotiroidismo non deve impedire o limitarti a seguire uno stile di vita sano.Le persone con ipotiroidismo possono scegliere di essere vegetariani, mangiare cibi ricchi di proteine ​​ed evitare ingredienti che potrebbero causare un'allergia.

Si può anche decidere di utilizzare medicinali alternativi per l'ipotiroidismo. Alcuni estratti di piante, come ashwagandha ( Withania somnifera ), coleus ( Coleus forskohlii ), gotu kola ( Centella asiatica ) e guggul ( Commiphora mukul ), può alleviare i sintomi di ipotiroidismo. Le prove a sostegno di queste affermazioni sono tuttavia limitate. Parla sempre con il tuo medico prima di apportare grandi cambiamenti alle tue abitudini alimentari o prima di prendere qualsiasi integratore. Avere il medico di routine controllare i livelli della tiroide può anche fornire informazioni su come i cambiamenti dello stile di vita stanno influenzando la tiroide e il metabolismo generale.