Cercando di condurre una vita più forte e più sana? Iscriviti alla nostra newsletter Wellness Wire per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?  Iscriviti alla nostra newsletter  Wellness Wire  per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.
Foodie diabetico: Perché sono grato per il mio diabete di tipo 2

Mentre ci dirigiamo verso le vacanze, non possiamo fare a meno di avere del cibo in mente.

Ecco perché è un momento perfetto per condividere una prospettiva da Shelby Kinnaird, un 50-qualcosa a Richmond, in Virginia, che vive con il diabete di tipo 2 da quasi 20 anni. Scrive su Diabetic Foodie e abbiamo avuto l'opportunità di incontrare Shelby alla recente riunione sul Diabetes Linkup un paio di mesi fa. Portalo via, Shelby!

Un guest post di Shelby Kinnaird

Grato? Per il diabete? È strano dire una cosa del genere. Ma come ho riflettuto sulla vita dalla mia diagnosi del 1999, è la parola che si adatta meglio. Allora, perché sono grato? Ecco alcuni dei motivi.

Ho lasciato un lavoro stressante.

Alla fine degli anni '90 ho lavorato per un'azienda di computer. Ero a Boston, ma il resto della mia organizzazione era a Washington, DC e in California. Sono salito su un aereo lunedì mattina, sono saltato venerdì sera, ho preso la vita (e il bucato) durante il fine settimana, poi sono salito su un aereo lunedì mattina dopo per ricominciare il ciclo. O almeno è così che sembrava la maggior parte delle settimane.

Da quando ero in viaggio cinque giorni a settimana, ho mangiato circa il 70% delle volte. Mentre tu puoi fare buone scelte mangiando nei ristoranti, io no. Erano biscotti per la colazione, muffin, sottotitoli, pizza, hamburger, patatine fritte, pasta, ecc. Avevo 45 chili in più di quello che sono adesso e il numero sulla bilancia continuava a salire.

Mi è piaciuto il mio lavoro ed è stato molto bravo, ma non mi piaceva. Il più delle volte mi sentivo come se fossi su una giostra e non potevo mai andare avanti perché dovevamo sempre avere il prossimo prodotto fuori dalla porta. È stato bello dire che ero un "manager di ingegneria del software", ma mi sentivo una frode perché non avevo una vera passione per la tecnologia.

Ottenere una diagnosi di diabete di tipo 2 mi ha costretto a pensare alla mia carriera in un modo nuovo. Sono sceso dalla giostra per concentrarmi sull'esercizio fisico e la dieta e ho davvero pensato se ero felice o meno. Ho richiesto un congedo di tre mesi e ho trascorso un po 'di tempo con la mia famiglia in Virginia. Ho fatto delle passeggiate ogni giorno. Ho fatto molte ricerche su diabete e cibo. Ho migliorato le mie abitudini alimentari. Mi sono buttato nel volontariato per la Polycystic Ovarian Syndrome Association, prima come Newsletter Editor e successivamente come loro Director of Creative Services. Ho pensato a cosa volevo essere da grande.

Ho trascorso qualche anno in più come ingegnere del software, ma l'ho fatto part-time per poter tornare a scuola. Ho studiato grafica e sviluppo web, interessi scaturiti dal mio lavoro di volontariato. Alla fine, ho lasciato il lavoro, ho divorziato, mi sono avvicinato alla mia famiglia e ho iniziato un'attività di progettazione freelance.Che si è trasformato in un blog; più su quello più tardi.

Conclusione: sono grato che la mia diagnosi sul diabete mi abbia incoraggiato a lasciare un lavoro stressante che è stato dannoso per il mio senso generale di benessere.

I miei sintomi PCOS sono migliorati.

Alcuni di voi potrebbero non avere familiarità con una condizione chiamata PCOS (sindrome dell'ovaio policistico), che è essenzialmente uno squilibrio ormonale. Le donne con PCOS producono troppi androgeni (ormoni maschili). Livelli alti di androgeni portano all'irsutismo (capelli in luoghi che davvero non lo vogliono), aumento di peso, acne, calvizie maschile e problemi di ovulazione. Quindi la PCOS influenza il ciclo mestruale, la fertilità e l'aspetto di una donna. Ottimo, eh? La ricerca sta iniziando a dimostrare che le donne che ottengono la PCOS sono prima insulino-resistenti, nel senso che hanno troppa insulina circolante nei loro corpi. L'eccesso di insulina nel sangue è ciò che stimola la produzione di androgeni.

Ho avuto PCOS e non era carino. Probabilmente mi è costata la possibilità di avere figli miei e non posso dirvi quanti soldi ho speso per la depilazione del viso e prodotti per mascherare i miei capelli diradati nel corso degli anni.

Una volta che mi è stato diagnosticato il tipo 2 e ho iniziato a migliorare la mia dieta e l'esercizio regolarmente, i miei sintomi hanno iniziato a migliorare leggermente. All'inizio pensavo fosse la mia immaginazione. Ho gestito il mio diabete per circa cinque anni con la dieta e l'esercizio fisico da solo, poi ho iniziato a prendere metformina. Una volta che l'ho fatto, molti dei miei sintomi PCOS sono completamente svaniti. I miei cicli sono diventati più regolari di quanto non fossero mai stati in tutta la mia vita. La metformina era una droga miracolosa.

Conclusione: sono grato che la mia diagnosi sul diabete abbia aiutato a migliorare i sintomi della PCOS.

Ho trovato la mia passione.

La cosa migliore che il diabete ha fatto per me è aiutarmi a trovare la mia passione ... per il cibo. Ho sempre amato mangiare. Sono cresciuto circondato da incredibili cuochi del sud che non hanno mai incontrato prodotti a base di pane, dessert o cibi fritti che non gradivano. Quando ho scoperto per la prima volta che avevo tipo 2, sono stato sopraffatto dalle restrizioni dietetiche. Tutto ciò che sapevo della cucina era apparentemente inutile.

Dopo aver acquistato diversi libri di cucina "diabetici" e provato alcune ricette, sono stato scoraggiato a dir poco. Le versioni "più salutari" delle ricette classiche non sembrano mai essere all'altezza e non mi piaceva usare ingredienti artificiali. Un ricettario ha persino esagerato con un sostituto del burro in polvere. Che schifo. Sapevo che se avessi avuto successo con questa cosa del diabete, avrei dovuto trovare una nuova filosofia alimentare che funzionasse per me.

Ho iniziato ad andare ai mercati degli agricoltori per l'ispirazione. Invece di cercare di rifare il vecchio standbys in piatti che non avrebbero fatto salire alle stelle il glucosio del sangue, ho pensato invece di cucinare cibi che erano nuovi per me. Ogni settimana sceglivo un ortaggio che non avevo mai visto prima e chiedevo al contadino come prepararlo. Ho scoperto cose come il cavolo rapa, lo squash sfocato, la radice di sedano, i fagioli lunghi in giardino, gli scapes all'aglio e la mizuna (mostarda giapponese).

Mi sono anche reso conto che potevo preparare cibi familiari in modi completamente nuovi.L'anguria passata è diventata granita estiva gelata. Melanzane e patate dolci sono diventate salate salate. Il cavolfiore divenne purè di patate, crosta di pizza e riso.

Le persone continuavano a chiedermi ricette. Ho deciso che la cosa più efficace da fare sarebbe metterli su un sito web. Ho iniziato il mio blog chiamato Diabetic Foodie . Al momento, è una raccolta di ricette e alcuni articoli relativi al diabete, ma ho progetti più grandi per il 2017 e oltre.

Non posso dirti quanto il blog abbia cambiato la mia vita. Scrivere del cibo mi aiuta a mantenere la mia dieta in carreggiata e ho incontrato così tante persone meravigliose che la pensano, sia virtualmente che nella vita reale. C'è qualcosa di speciale nel legame tra persone con diabete. Conclusione: sono grato che la mia diagnosi sul diabete mi abbia aiutato a scoprire la mia passione per il cibo e, nel processo, mi ha aiutato a lanciare una nuova attività.

Sono felice di avere il diabete di tipo 2? Ovviamente no. Ma sono grato per i cambiamenti positivi che la mia diagnosi ha portato nella mia vita.

Grazie per aver condiviso la tua storia, Shelby! Sono contento di averti come parte della nostra blogosfera sul diabete.

Disclaimer : Contenuto creato dal team Diabetes Mine. Per maggiori dettagli clicca qui.

Disclaimer

Questo contenuto è stato creato per Diabetes Mine, un blog sulla salute dei consumatori incentrato sulla comunità dei diabetici. Il contenuto non è revisionato da un medico e non aderisce alle linee guida editoriali di Healthline. Per ulteriori informazioni sulla partnership di Healthline con Diabetes Mine, fare clic qui.