Cercando di condurre una vita più forte e più sana? Iscriviti alla nostra newsletter Wellness Wire per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?  Iscriviti alla nostra newsletter  Wellness Wire  per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.
Google Partners con Sanofi su Diabetes Technologies

Google sembra avere il diabete in testa, poiché sta attualmente annunciando una serie di partnership con l'industria dei farmaci e del diabete.

Questa settimana, Google Life Sciences sotto la nuova casa madre di Alphabet ha stretto una partnership con Sanofi per offrire strumenti migliori al mondo del diabete. Per quel giro è il Joslin Diabetes Centre, che sta prestando il suo roster di esperti e professionisti del settore medico al mix.

Ecco il comunicato stampa uscito lunedì.

Questo annuncio giunge subito dopo che Google Life Sciences ha collaborato con Dexcom per sviluppare la tecnologia CGM di prossima generazione, tra cui un nuovo sensore flessibile di dimensioni da dieci centesimi nei prossimi anni. E tutto questo arriva in cima alla prima incursione di Google nel diabete nei primi mesi del 2014, con l'annuncio che la sua divisione Google-X sta lavorando con la divisione oculistica di Novartis Alcon per sviluppare una lente a contatto intelligente per monitorare i livelli di glucosio.

Concentrazione sul diabete di Holy Google! !

Quest'ultimo abbinamento con Sanofi e Joslin è enorme per la nostra D-Community perché mette Google in prima linea per il coinvolgimento in nuove opzioni di trattamento non appena si presentano.

Tutti e tre i giocatori affermano che è troppo presto per parlare pubblicamente dei dettagli, quindi nessun disegno o persino specifiche concettuali in questo momento. Abbiamo certamente provato, ma si stanno attenendo a un vago linguaggio aziendale senza entrare nei dettagli di quello che Dexcom ha delineato poche settimane prima sui suoi piani per la tecnologia mini-diabete nei prossimi cinque anni.

Abbiamo contattato tutti e tre i partner, ed ecco cosa ci dicono:

Google Does Diabetes

Notate che speravamo di connetterci con Andy Conrad, direttore di Google Life Sciences, ma è stato detto che non sta parlando ai media a questo punto. Nel frattempo, abbiamo ricevuto questi commenti dalla portavoce Jacquelyn Miller:

"Il lato di Google di questa notizia è che stiamo annunciando il diabete come la nostra prima area di attenzione come una nuova società. Sanofi è il nostro collaboratore in questo sforzo e In breve, pensiamo di poter combinare tecnologia e medicina per rendere molto più facile per le persone con diabete gestire il loro livello di zucchero nel sangue.Le drammatiche fluttuazioni dei livelli di zucchero nel sangue sono la causa peggiore complicazioni da diabete - malattie cardiache, ictus, danni ai nervi e altro ancora - quindi dare alle persone un modo più conveniente ed efficace per mantenere il controllo è un obiettivo chiave per le persone che lavorano al problema globale del diabete.

"Per il passato Alcuni anni come parte di Google X, abbiamo incubato una serie di strumenti e tecnologie relativi al diabete, alle malattie cardiache, al cancro e alle malattie neurodegenerative

.Ora, mentre stiamo entrando in una nuova fase (con Google Life Sciences), passiamo dall'essere incentrati sulla tecnologia a quelli incentrati sulle malattie e ad esplorare come queste tecnologie potrebbero essere applicate in combinazione con dispositivi, terapie e interventi esistenti.

"Abbiamo anni di lavoro davanti a noi qui, ma siamo entusiasti di iniziare a mettere gli strumenti e le tecnologie su cui abbiamo lavorato e siamo entusiasti di avere Sanofi come partner per aiutare ad assicurarci che tutto ciò su cui stiamo lavorando è utile per pazienti e medici.

"Il nostro approccio include collaborazioni complementari che lavorano per migliorare la tecnologia esistente, per provare a inventare nuove tecnologie e puntare a creare un migliore accesso e comprensione delle informazioni.

  • Ad esempio, stiamo lavorando con Dexcom per sviluppare una serie di prodotti di monitoraggio continuo della glicemia di nuova generazione progettati per essere più piccoli e meno costosi rispetto alle tecnologie esistenti. I prodotti saranno progettati per essere monouso e saranno destinati all'uso in tutti i mercati del diabete. L'obiettivo è consentire a più persone di controllare il proprio diabete con informazioni in tempo reale e utilizzabili sviluppando un sensore a basso costo, di piccole dimensioni e con una fasciatura collegato al cloud.
  • Con Alcon, la divisione eyecare di Novartis, stiamo lavorando a lenti a contatto intelligenti. È costruito per misurare i livelli di glucosio nelle lacrime usando un piccolo chip wireless e un sensore di glucosio miniaturizzato (ciascuno delle dimensioni di un pezzo di glitter) che sono incastonati tra due strati di materiale per lenti a contatto morbide. Stiamo testando prototipi in grado di generare una lettura una volta al secondo. Stiamo anche studiando il potenziale che questo possa servire da avvertimento per chi lo indossa, quindi stiamo esplorando l'integrazione di minuscole luci a LED che potrebbero accendersi per indicare che i livelli di glucosio hanno superato o superato determinate soglie.
  • Abbiamo anche sviluppato e stiamo iniziando a testare un sensore cardiaco e di attività progettato per misurare continuamente i segnali biologici di base come impulso, livello di attività e temperatura della pelle. Può anche catturare informazioni ambientali come l'esposizione alla luce e il livello di rumore che possono influenzare o indicare la salute di una persona - e. g. , una diminuzione graduale del tempo trascorso all'aperto potrebbe indicare che qualcuno non si sente bene o ha difficoltà a muoversi. Ciò potrebbe avere implicazioni importanti se combinato con informazioni sui cambiamenti dei livelli di zucchero nel sangue nel tempo.

"Pensiamo che i pezzi si stiano riunendo qui per consentire un approccio più coordinato e tecnologicamente avanzato. Dato il nostro lavoro con Alcon / Novartis, Dexcom e internamente con sensori avanzati, aveva senso trovare un partner come Sanofi, che ha una profonda esperienza nel diabete, per aiutare a riunire tutti i diversi partner che alla fine si assicureranno che queste tecnologie possano essere utili per pazienti e medici.

"È ancora molto presto in questa collaborazione, quindi non abbiamo prodotti specifici per condividere, ma la grande idea è che vogliamo sviluppare modi migliori per gestire il diabete che utilizza la tecnologia per comprendere tutte le variabili che hanno un impatto sulla malattia.Puntiamo a migliorare la tecnologia esistente, a inventare nuove tecnologie ea migliorare l'accesso e la comprensione delle informazioni. "

Sanofi dice ...

La portavoce Susan Brooks, a nome di Sanofi, ha risposto ad alcune delle nostre domande via email , sottolineando che la società non è stata in grado di collegarci direttamente con nessuno dei suoi leader per discuterne in modo approfondito (nonostante il grande annuncio che hanno appena fatto al mondo).

DM) Perché Google, e per quanto tempo ha questo è stato in lavorazione?

SB) Sanofi ha una lunga storia di creazione di nuovi importanti interventi e terapie per le persone con diabete, quindi la partnership si è riunita rapidamente quando il team di Life Sciences a Google ha iniziato a cercare un partner.

Che cosa sarà sviluppato per nuove tecnologie e trattamenti?

Stiamo appena iniziando a lavorare insieme, quindi è troppo presto per dirlo.

Ci sono piani per utilizzare Google? capacità di analisi dei dati per esaminare l'uso di insulina, come le persone con diabete stanno assumendo altri farmaci ns, o come funzionano queste medicine?

Ti consigliamo di contattare Google.

Qual è la tempistica per svelare qualcosa di specifico? (Ad esempio, Google e Dexcom hanno recentemente annunciato una cronologia iniziale di 2-3 anni, seguita da un focus sulla seconda generazione in 4-5 anni)

Come notato, stiamo appena iniziando a lavorare insieme, quindi è troppo presto per dirlo.

Che cosa significa questo per l'attuale tecnologia del dispositivo per il diabete di Sanofi, come iBGStar?

Come parte della collaborazione, Sanofi e Google valuteranno tutte le tecnologie sviluppate tra i due partner e le tecnologie di terze parti appropriate per offrire le funzionalità che riteniamo fondamentali per supportare le esigenze dei pazienti e dei medici . Il monitoraggio della glicemia è un componente importante per la soluzione generale. Mentre abbiamo investito risorse in iBGStar, vogliamo integrare dispositivi di nuova generazione che siano economici, piccoli e facili da usare insieme a quelli potenzialmente già presenti sul mercato.

Questo apre Sanofi a qualsiasi collaborazione con Dexcom?

Insieme miriamo a migliorare la tecnologia esistente, a provare a inventare nuove tecnologie ea lavorare per un migliore accesso e comprensione delle informazioni. L'idea qui è che molte persone focalizzate sullo stesso problema saranno in grado di creare nuovi strumenti e tecnologie che lavorano insieme e funzionano meglio per i pazienti.

I prezzi dell'insulina sono un problema enorme per i pazienti ... Pensi che questa partnership abbia qualche impatto su questo?

Dalla scoperta dell'insulina nel 1921, abbiamo fatto progressi significativi nella diagnosi e nel trattamento del diabete di tipo 1 e di tipo 2, ma gli esiti clinici per i pazienti rimangono ancora non ideali. Solo il 50% t dei pazienti ha raggiunto i livelli A1c target e molti pazienti soffrono anche di complicanze associate come malattie renali, malattie cardiache, ictus, cecità e amputazioni. Eppure, nonostante la desolazione di questo paesaggio, c'è speranza dai risultati positivi di numerosi studi clinici che dimostrano l'efficacia di interventi comportamentali, approcci diagnostici, combinazioni farmaco-farmaco, comunicazione del paziente e strumenti di autogestione.

Ciò di cui c'è bisogno è una ridefinizione fondamentale del modo in cui questa malattia viene affrontata sia a livello clinico che strutturale, in particolare l'infrastruttura di dati / comunicazioni e i mezzi con cui vengono pagati i prodotti e i servizi. Crediamo che la cura del diabete possa essere trasformata e che insieme possiamo creare soluzioni complete ed economiche per i pazienti con diabete, i loro fornitori e i loro pagatori.

Beh, quello era ... vago. Tuttavia, la partnership ha un enorme potenziale.

Jos Pov

L'amministratore delegato del Joslin Diabetes Center John L Brooks III, il cui figlio ormai adulto, Rob, è stato diagnosticato all'età di 3 anni, afferma che questa collaborazione è in corso sin dalla primavera.

"Collaboriamo con Andy (Conrad) per alcuni mesi e abbiamo avuto rapporti a lungo termine con Sanofi e Novartis. Questa è stata una coalizione naturale di noi che ci siamo riuniti e, con Alphabet che ha raggiunto la maggiore età di recente, questo è un modo per portare questa nuova entità a guidare questa iniziativa. Siamo lieti di farne parte ", afferma Brooks.

"Il nostro ruolo è quello di assicurarsi che la tecnologia e le soluzioni sviluppate siano clinicamente relative a pazienti, fornitori e pagatori: troppe aziende tecnologiche pensano che possano semplicemente spingere tutti i dati a pazienti o fornitori, e fanno ciò che pensano dovrebbero accadere, ma non pensare a cosa è importante per coloro che usano questi strumenti. Dobbiamo assicurarci che siano rilevanti e di forte impatto e abbiano il giusto grado di intelligenza per ciò che è necessario nel diabete la gestione. "

Joslin ha collaborato con Sanofi per tre anni su una collaborazione diversa e continua; Brooks dice che si concentra sulla terapia laddove questo accordo di Google è "basato sulla premessa di un cambiamento radicale nella gestione del diabete".

Wow, cambiamento radicale? "I risultati saranno espansivi e incideranno sia nel tipo 1 che nel tipo 2, "dice Brooks.

"Questo non è uno sforzo incrementale, ma un nuovo modo di pensare alle idee per l'impegno dei pazienti e il nostro modo di pensare sul diabete. Non è un'idea teorica, ma qualcosa che vogliamo guidare velocemente. Sia Sanofi che Google hanno le risorse per far sì che ciò accada, e abbiamo un cast completo di esperti per farne parte. Google ha una reputazione per ... essere aggressivi e vedere quanto velocemente possono muoversi e superare i processi normativi. "

In effetti, l'iniziativa che il gigante della tecnologia Google sta portando qui in ambito sanitario e il diabete in particolare porta una nuova prospettiva nuova, invece di quello che può essere spesso visto come una "prospettiva ingombrante basata su anni di riflessione su come è stata fatta la tecnologia del diabete", sottolinea Brooks.

Naturalmente abbiamo chiesto se l'Istituto Joslin per la traduzione tecnologica ei suoi D-tools come HypoMap svelati con Glooko l'anno scorso saranno influenzati da questa nuova partnership tra Sanofi e Google, ma Brooks ci dice (sorpresa, sorpresa) che è troppo presto per entrare nei dettagli perché è tutto vincolato da accordi di riservatezza.

Ha fatto intendere che non si tratta di un club esclusivo e potrebbero esserci nuovi giocatori coinvolti presto. Ma a partire da ora, gli inquilini di ancoraggio sono sul posto per questa partnership a tre vie per andare avanti.

Hype o Hope?

Questi annunci di solito ottengono molto gioco nei media, ma costituiscono inizialmente "vaporware", nel senso che nessun dettaglio è ancora evidente.

In questo momento, è tutto abbastanza vago e aperto a speculazioni su ciò che si materializzerà. Google porta molto in tavola per quanto riguarda le risorse e il nuovo modo di pensare, che è particolarmente utile quando si tratta di Sanofi, che ... non ha il miglior track record per i risultati.

Ad esempio, ricorda l'annuncio di grandi novità a giugno 2014, quando Sanofi ha collaborato con Medtronic per una "collaborazione entusiasmante", per poi dissolversi negli ultimi 14 mesi. Da quello che entrambe le società ci hanno comunicato sul disco, è stata una decisione comune smettere di lavorare insieme.

Speriamo che qualcosa si materializzi da questa nuova trifecta di Google-Sanofi-Joslin prima o poi - e in ogni caso è incoraggiante vedere Google avanzare verso il diabete!

Disclaimer : Contenuto creato dal team Diabetes Mine. Per maggiori dettagli clicca qui.

Disclaimer

Questo contenuto è stato creato per Diabetes Mine, un blog sulla salute dei consumatori incentrato sulla comunità dei diabetici. Il contenuto non è revisionato da un medico e non aderisce alle linee guida editoriali di Healthline. Per ulteriori informazioni sulla partnership di Healthline con Diabetes Mine, fare clic qui.