Cercando di condurre una vita più forte e più sana? Iscriviti alla nostra newsletter Wellness Wire per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?  Iscriviti alla nostra newsletter Wellness Wire  per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.
YMCA, Reality TV e Diabetes Across the Globe

Cosa puoi aspettarti da un Ohio- evento basato chiamato "Global Diabetes Summit?"

Bene, pensa a centinaia di leader internazionali del mondo del diabete, alle principali iniziative governative incentrate sulla D-prevention e idee innovative come l'uso della YMCA e la reality TV per cambiare gli stili di vita in ordine prevenire il diabete di tipo 2 Per non parlare dell'ultima e più grande tecnologia del diabete, della farmacologia e di come gli esperti lavorano tutti più strettamente che mai nell'affrontare questa condizione in tutto il mondo.

Ero entusiasta di partecipare al Global Diabetes Summit tenutosi dal 14 al 17 novembre, portando circa 500 persone insieme al Wexner Medical Center della Ohio State University di Columbus, Ohio. Questo è stato il secondo evento di questo tipo sul suolo degli Stati Uniti negli ultimi cinque anni. L'università ha tenuto il suo primo summit in loco nel 2007, convocando circa 650 persone, e che ha avuto le sue origini da una dozzina di anni prima, dopo un più piccolo summit in Africa come parte del suo lavoro con la International Diabetes Federation (IDF). Quel primo evento oltreoceano è stato ciò che ha portato all'idea di questa conferenza internazionale.

Questo evento non deve essere confuso con il gigante annuale World Diabetes Congress gestito dall'IDF, che ha riunito 15.000 persone provenienti da 172 paesi a Dubai nel dicembre 2011. Tale evento è enorme < e si concentra maggiormente sui responsabili delle politiche governative in tutto il mondo, ma ora non è l'unica conferenza globale sul blocco.

Il tema del vertice globale dell'Ohio quest'anno era

Nuovi orizzonti nel diabete: la genetica per l'assistenza sanitaria personalizzata . Dr. Kwame Osei, un professore di medicina che è direttore del Diabetes Research Center e della divisione OSU Wexner Medical Center di Endocrinologia, Diabete e Metabolismo, ha presieduto i vertici e ha fatto un lavoro favoloso portando un impressionante elenco di brillanti risorse mentali al tavolo. Dato il nome dell'evento, ovviamente c'era un focus globale, ma sono rimasto molto colpito dal modo in cui lo hanno legato tutti insieme e portato i soggetti a casa ovunque si possa vivere. Dopotutto, siamo una D-Community globale.

Il meeting multitraccia ha coperto argomenti che vanno dalla più recente tecnologia della medicina e del glucosio agli adolescenti e all'obesità, a come il diabete di tipo 2 sta crescendo e viene affrontato in popolazioni specifiche in tutto il mondo. Non sorprendentemente, il summit ha assunto un focus di tipo 2 ... ma ci sono stati messaggi e sovrapposizioni molto più ampi per il mondo del diabete di tipo 1.

"Siamo nel posto giusto al momento giusto e sembriamo essere più pronti come comunità globale per affrontare questi problemi.Questo non è più un pensiero astratto, lo stiamo facendo e abbiamo una strategia per combattere il diabete Quest'anno abbiamo le prove e le persone possono vedere cosa si può fare, "Dr.Dice Osei.

Un sacco di cose buone sono state coperte! Ma per brevità, gli sforzi della comunità statunitense per "affrontare la pandemia del diabete di tipo 2", tutti supportati in qualche modo dai Centers for Disease Control (CDC), sono arrivati ​​in cima al mio radar:

Intervento sullo stile di vita che funziona

In questo momento, circa 1 su 10 americani vivono con il diabete, afferma il dott. Ann Albright che dirige la Divisione di Diabete Translation del CDC. Ma solo il 7% delle persone che convivono con il pre-diabete lo sa, e quindi se la traiettoria delle nuove diagnosi non cambia, il numero di PWD salterà a uno su tre entro il 2050.

"Non è sostenibile", ha detto Albright ai partecipanti al summit. "Se pensiamo che la prevenzione sia difficile ora, non si vede ancora nulla se non riusciamo a metterlo insieme".

Con il crescere dei numeri, Albright ha detto che è "tutte le mani sul ponte" a fare tutto il possibile per fornire più programmi di intervento sullo stile di vita per combattere il diabete di tipo 2.

Ha evidenziato il Programma nazionale per la prevenzione del diabete (DPP), un programma nazionale di prova diffuso, che sostiene gli sforzi di "intervento sullo stile di vita" attraverso centinaia di organizzazioni in tutto il paese.

Questa iniziativa è un'importante pietra miliare negli sforzi di prevenzione nazionale e un focus della Affordable Care Act approvata nel 2010 e confermata dalla Corte Suprema all'inizio di quest'anno. Tale legislazione ha autorizzato l'agenzia federale a guidare questo programma nazionale di intervento sul diabete.

Il CDC aiuta a organizzare e finanziare questo programma, ma non lo possiede. Il CDC fornisce solo l'infrastruttura organizzativa: formazione per aumentare la forza lavoro, assicurare la qualità, consegnare il programma alle persone nella comunità e commercializzare il programma, dice Albright. "Questo appartiene agli Stati Uniti e al mondo, per te." > Finora, il DPP ha servito o sta servendo 9.000 persone ed è gestito da più di 1 000 allenatori di stile di vita negli Stati Uniti. I primi dati suggeriscono che la perdita di peso è circa il 4,9% del peso corporeo iniziale e che aumenta a 5. 1 per cento tra i programmi che sono stati eseguiti più a lungo. La conservazione è la migliore dopo che i partecipanti hanno superato le prime quattro sessioni, ha detto.

"Abbiamo bisogno di connettere le persone con i programmi che possono utilizzare, e abbiamo bisogno di avere il maggiore impatto sulle persone che possiamo", ha detto Albright.

La Y alla D

Prima di entrare a far parte del DPP nell'offrire uno di questi programmi di intervento basati sulla comunità negli Stati Uniti è stata la YMCA, che ha collaborato con l'Istituto Nazionale di Diabete e Malattie del Rene Digestivo (NIDDK) per creare un programma di intervento sullo stile di vita nazionale incentrato sulla prevenzione di tipo 2.

La Y offre personale e risorse per aiutare più di 200 organizzazioni a creare e gestire programmi locali presso concessionarie d'auto, chiese e centri comunitari. Quant'è fico? Hai bisogno di aiuto con la tua salute? Fermati da un concessionario o centro locale!

I risultati mostrano che il programma aiuta le persone a raggiungere una perdita di peso "significativa"

e riduce il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 e, nel complesso, di raggiungere stili di vita più salutari.Nei due anni trascorsi da quando è in corso, oltre 4.000 persone si sono iscritte e partecipano a programmi sparsi in oltre 50 città in 30 stati. Le persone passano attraverso sessioni settimanali in aula per circa 16 settimane con un coach di stile di vita e ricevono supporto da un piccolo gruppo di coetanei mentre imparano come mangiare in modo più sano, essere più attivi fisicamente e apportare altri cambiamenti comportamentali per la salute.

E la parte più bella? Assicuratori e datori di lavoro pagano la scheda. United Health Group (che possiede United Health Care) è stato il primo, e ora altri quattro assicuratori hanno firmato, rendendo questo modello di "pay for performance" di terze parti e non uno sforzo di sovvenzione CDC. La Y viene rimborsata dagli assicuratori e dai datori di lavoro che si iscrivono a un corso di prevenzione D della durata di un anno. Se le persone raggiungono gli obiettivi prefissati dal 5% al ​​7% di perdita di peso, la Y riceve più pagamenti. Può costare $ 275- $ 325 quando si usa un personale Y addestrato e $ 550 a persona quando viene utilizzato un educatore certificato per il diabete.

"La nostra visione CDC è un mondo libero dalla devastazione del diabete", ha detto Albright. "E in realtà, disegnerò un cerchio blu attorno a questo perché il DPP è in una fase di blocco con l'IDF e siamo tutto ciò che riguarda l'unificazione di questo messaggio. "

Prevenzione del diabete, Reality TV Style

Anche come parte del DPP, United Health Group e Comcast stanno pilotando quest'anno un programma televisivo chiamato" Project Not Me ", che abbiamo introdotto dopo l'evento Joslin Innovation alla fine di settembre. Questo studio esamina l'uso del video on demand per fornire interventi DPP nazionali finalizzati alla prevenzione di tipo 2.

La serie di 16 episodi utilizza un formato di reality TV che segue sei adulti ad alto rischio per lo sviluppo di tipo 2 e passa attraverso gli sforzi della comunità DPP. Ogni video presenta un allenatore di salute e benessere che guida una classe di partecipanti per perdere peso, mangiare in modo sano e cambiare le loro abitudini di vita. Gli spettatori ricevono anche incarichi per tenere traccia della loro salute ogni settimana tra un episodio e l'obiettivo è perdere il 5-7% del peso corporeo.

Le persone che utilizzano la programmazione TV ottengono anche l'accesso a una scala virtuale per monitorare la propria salute e riportare tali dati. E i dati dello spettacolo: le sei persone nei video perdono in media l'8% del loro peso corporeo durante le 16 settimane complete del programma.

A soli un mese dallo studio lanciato in due mercati di test a Philadelphia, PA e Knoxville, TN, più di 300 persone si sono iscritte per gli episodi on demand con sei persone con pre-diabete che imparano a mangiare più sano, a ottenere di più esercitare e apportare cambiamenti nei loro stili di vita.

I dati sull'iniziativa Real TV sono in fase di definizione e dovrebbero essere pubblicati nei prossimi mesi, secondo Albright, che afferma che ci sono prove significative "che questo programma sta funzionando". Il programma dovrebbe presto entrare in più mercati.

Cosa c'è di nuovo?

Anche il resto del primo giorno del summit è stato molto affascinante, ma rispecchiava alcuni dei filoni comuni: il diabete di tipo 2 si sta diffondendo in tutto il mondo e possiamo fare qualcosa a riguardo attraverso l'uso di nuove medicine in fase di sviluppo; iniziative basate sulla comunità come quello che sta facendo il CDC; e solo più connessioni tra governo, società, innovatori, ricercatori, fornitori di assistenza sanitaria, pagatori e pazienti di terze parti.

Dr. Osei dice che il suo gruppo sta lavorando per sostenere l'imminente World Diabetes Congress 2013 dell'IDF che si terrà a Melbourne, in Australia, dal 2 al 6 dicembre del prossimo anno. L'attenzione sarà focalizzata sulla creazione di un piano strategico che possa essere distribuito e implementato in tutto il mondo. Tutto ciò avverrà prima che il suo gruppo si riunisca per il terzo terzo Global Diabetes Summit nel 2017.

Wow - altri cinque anni da oggi? Sembra molto lontano, ma il dott. Osei dice: "Se lo fai troppo presto, non vedrai un drastico cambiamento, quindi devi (aspettare) in modo che tu possa beneficiare di più. Ci saranno nuove innovazioni, nuova creatività e modi di pensare ... davvero, chissà dove saremo tra cinque anni? "

Chi lo sa, davvero? Ma io per primo sono incoraggiato su dove questi programmi sembrano essere diretti.

Disclaimer

: Contenuto creato dal team Diabetes Mine. Per maggiori dettagli clicca qui.

Disclaimer Questo contenuto è stato creato per Diabetes Mine, un blog sulla salute dei consumatori incentrato sulla comunità dei diabetici. Il contenuto non è revisionato da un medico e non aderisce alle linee guida editoriali di Healthline. Per ulteriori informazioni sulla partnership di Healthline con Diabetes Mine, fare clic qui.