Choledocholithiasis

Choledocholithiasis
Choledocholithiasis: cause, sintomi e diagnosi

Che cos'è la coledocolitiasi?

La coledocolitiasi (chiamata anche calcoli del dotto biliare o calcoli biliari nel dotto biliare) è la presenza di un calcoli biliari nel dotto biliare comune. I calcoli biliari di solito si formano nella tua cistifellea. Il dotto biliare è il piccolo tubo che trasporta la bile dalla cistifellea all'intestino. La cistifellea è un organo a forma di pera sotto il fegato nella parte superiore destra dell'addome. Queste pietre di solito rimangono nella cistifellea o passano attraverso il dotto biliare comune senza ostruzioni.

Tuttavia, circa il 15% di tutte le persone con calcoli biliari avrà calcoli biliari nel dotto biliare o coledocolitiasi, secondo una ricerca pubblicata in Cliniche mediche del Nord America.

Sintomi Quali sono i sintomi?

I calcoli biliari nel dotto biliare non possono causare sintomi per mesi o addirittura anni. Ma se una pietra viene depositata nel condotto e ostruita, potresti provare quanto segue:

  • dolore addominale nell'addome superiore o medio destro
  • febbre
  • ittero (ingiallimento della pelle e degli occhi)
  • perdita di appetito
  • nausea e vomito
  • sgabelli color argilla

Il dolore causato dai calcoli biliari nel dotto biliare può essere sporadico, o può indugiare. Il dolore può essere lieve a volte e poi improvvisamente grave. Il dolore grave può richiedere un trattamento medico di emergenza. I sintomi più gravi possono essere confusi con un evento cardiaco come un attacco di cuore.

Quando una colecisti è bloccata nel dotto biliare, la bile può essere infettata. I batteri dell'infezione possono diffondersi rapidamente e possono spostarsi nel fegato. Se ciò accade, può diventare un'infezione potenzialmente letale. Altre possibili complicanze includono cirrosi biliare e pancreatite.

Cause Cosa provoca la coledocolitiasi?

Esistono due tipi di calcoli biliari: calcoli biliari di colesterolo e calcoli biliari di pigmento.

I calcoli biliari di colesterolo appaiono spesso di colore giallo e sono il tipo più comune di calcoli biliari. Gli scienziati ritengono che i calcoli del colesterolo siano causati dalla bile che contiene:

  • troppo colesterolo
  • troppa bilirubina
  • non abbastanza sali biliari

Possono verificarsi anche se la cistifellea non si svuota completamente o abbastanza spesso.

La causa dei pigmenti non è nota. Sembrano verificarsi in persone che hanno:

  • cirrosi del fegato
  • infezioni del tratto biliare
  • malattie del sangue ereditarie in cui il fegato fa troppa bilirubina

Chi è a rischio? Chi è a rischio?

Le persone con una storia di calcoli biliari o di cistifellea sono a rischio di calcoli del dotto biliare. Anche le persone che hanno avuto la rimozione della cistifellea possono sperimentare questa condizione.

Le seguenti aumentano le possibilità di sviluppare calcoli biliari:

  • obesità
  • dieta povera di fibre, ipocalorica, ricca di grassi
  • gravidanza
  • digiuno prolungato
  • perdita di peso rapida
  • carenza di attività fisica

Alcuni di questi fattori di rischio per calcoli biliari possono essere migliorati attraverso i cambiamenti dello stile di vita.

I fattori di rischio che non possono essere modificati includono:

  • età: gli anziani in genere hanno un rischio maggiore di calcoli biliari
  • genere: le donne hanno più probabilità di avere calcoli biliari
  • etnia: asiatici, indiani americani e messicani americani a più alto rischio di calcoli biliari
  • storia familiare: la genetica può avere un ruolo

Diagnosi Diagnosi di coledocolitiasi

Se si hanno sintomi, un medico vorrà verificare la presenza di un calcoli biliari nel dotto biliare comune. Lui o lei può usare uno dei seguenti test di imaging:

  • ecografia transaddominale (TUS): una procedura di imaging che utilizza onde sonore ad alta frequenza per esaminare il fegato, la cistifellea, la milza, i reni e il pancreas
  • TAC addominale : raggi X trasversali dell'addome
  • ecografia endoscopica (EUS): una sonda ecografica viene inserita su una provetta endoscopica flessibile e inserita attraverso la bocca per esaminare il tubo digerente
  • colangiografia retrograda endoscopica (ERCP): a procedura utilizzata per identificare pietre, tumori e restringimento nei dotti biliari
  • colangiopancreatografia a risonanza magnetica (MRCP): una risonanza magnetica della colecisti, dotti biliari e del pancreas
  • colangiografia transepatica percutanea (PTCA): una radiografia dei dotti biliari

Il medico può anche prescrivere uno o più dei seguenti esami del sangue per cercare un'infezione e controllare la funzionalità del fegato e del pancreas:

  • emocromo
  • bilirubina
  • enzimi pancreatici > test di funzionalità epatica
  • TreatmentTreati ng choledocholithiasis

Il trattamento dei calcoli biliari nel dotto biliare si concentra sull'eliminazione del blocco. Questi trattamenti possono includere:

estrazione di pietre

  • pietre frammentanti (litotripsia)
  • chirurgia per rimuovere la cistifellea e le pietre (colecistectomia)
  • chirurgia che fa un taglio nel dotto biliare comune per rimuovere le pietre o aiutarle passaggio (sfinterotomia)
  • stenting biliare
  • Il trattamento più comune per i calcoli biliari nel dotto biliare è la sfinterotomia endoscopica biliare (BES). Durante una procedura BES, un dispositivo a palloncino o di tipo a cestello viene inserito nel dotto biliare e utilizzato per estrarre la pietra o le pietre. Circa l'85% delle pietre del dotto biliare può essere rimosso con BES.

Se una pietra non passa da sola o non può essere rimossa con BES, i medici possono usare la litotrissia. Questa procedura è progettata per frammentare le pietre in modo che possano essere catturate o passate facilmente.

I pazienti con calcoli biliari nel dotto biliare e calcoli biliari ancora nella cistifellea possono essere trattati rimuovendo la cistifellea. Durante l'intervento chirurgico, il medico controllerà anche il dotto biliare per verificare la presenza di calcoli biliari.

Se i calcoli non possono essere rimossi completamente o si ha una storia di calcoli biliari che causano problemi ma non si desidera rimuovere la cistifellea, il medico può posizionare gli stent bilaterali (piccoli tubi per aprire il passaggio). Questi forniranno un adeguato drenaggio e aiuteranno a prevenire futuri episodi di coledocolitiasi. Gli stent possono anche prevenire l'infezione.

Prevenzione Come può essere prevenuto?

Se hai calcoli del dotto biliare una volta, è probabile che li vivrai di nuovo.Anche se hai la cistifellea rimossa, rimane un rischio.

Cambiamenti dello stile di vita come attività fisica moderata e cambiamenti nella dieta (aumentando la fibra e diminuendo i grassi saturi) possono ridurre la probabilità di sviluppare calcoli biliari in futuro.

Outlook Qual è la prospettiva a lungo termine?

Secondo uno studio del 2008 pubblicato su

Cliniche Mediche del Nord America , i calcoli del dotto biliare ritornano nel 4-24% dei pazienti durante i 15 anni successivi alla prima comparsa. Alcune di queste pietre potrebbero essere state lasciate dall'episodio precedente.