Cercando di condurre una vita più forte e più sana? Iscriviti alla nostra newsletter Wellness Wire per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?  Iscriviti alla nostra newsletter  Wellness Wire  per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.
Dietro le quinte con il CEO di Joslin Diabetes Center

JOSLIN ... Solo il suono di esso rende il cuore della maggior parte dei PWD (persone con diabete) salta un battito. Rappresenta il principale centro mondiale per la ricerca sul diabete, l'assistenza clinica e l'istruzione con sede a Boston, MA. Si rivolge anche al suo omonimo fondatore, il Dr. Elliott Joslin, considerato il padre della moderna cura del diabete.

Vi siete mai chiesti chi attualmente dirige questo fantastico posto? E che cosa stanno facendo esattamente per portare questa istituzione secolare nel mondo moderno di cure centrate sul paziente e basate sulla tecnologia?

Lo abbiamo fatto. Ecco perché ci siamo collegati di recente con John Brooks III, attuale CEO del Joslin Diabetes Center, che in precedenza ha co-fondato Insulet (i produttori di OmniPod), insieme ad altre due società di scienze della vita. È un ragazzo incredibilmente simpatico che ha partecipato al nostro Summit sull'innovazione lo scorso autunno. E 'stato fantastico avere la possibilità ora di chattare con lui uno contro uno, su tutte le cose di Joslin.

Nota: abbiamo imparato tante cose buone che abbiamo dovuto dividere. Questa è la prima parte di un'intervista in due parti, ripresa domani.

DM) Per prima cosa, w hat

sembra di girare un centro così leggendario? Devi sentire un forte obbligo per l'intera eredità di Joslin ...

JB) Lo so davvero. È un'istituzione storica di 115 anni. Apprezzo e apprezzo tutti qui, e soprattutto Elliott P. Joslin. Era davvero un vero pioniere. Questo mi ispira a provare a fornire qualche ispirazione e visione qui. Vedo il mio lavoro come quello di mantenere, promuovere e, auspicabilmente, catalizzare quel pensiero per portare soluzioni reali per effettuare cambiamenti e fare una grande differenza nella vita delle persone con diabete.

In effetti, ci vediamo come una specie di startup di 115 anni, con una cultura di quello spirito imprenditoriale. Come sapete, ci sono molte sfide per il diabete, data la natura della malattia, l'ambiente economico e tutte le cose che tutti voi e gli altri pazienti e le famiglie affrontano.

Il mio obiettivo è: dobbiamo fare una grande differenza. Non voglio occuparmi solo delle persone che vivono nelle vicinanze o che sono abbastanza fortunati da venire a Joslin. In che modo prendiamo davvero l'essenza della ricchezza di informazioni e di esperienze, pratiche cliniche, capacità di ricerca di Joslin e troviamo modi creativi - sfruttando la tecnologia e la connettività - per incorporare, esportare, condividere e diffondere tali capacità su base globale?

Provenendo dall'industria privata probabilmente ti dà un certo drive ...

Mi piacerebbe pensare di portare diversi set di abilità, idee ed esperienze a questa organizzazione che mi piacerebbe pensare ne beneficia - dal momento che sai che non sono un capo tipico di un centro medico accademico. Ho molte idee su come promuovere la collaborazione e incoraggiare il resto della nostra grande squadra a fare ancora di più del meraviglioso lavoro che stanno facendo.

Quali sarebbero alcuni esempi di espansione del lavoro di Joslin oltre le porte della tua clinica di Boston?

Quando ho rilevato alcuni anni fa, abbiamo creato un piano strategico per sapere quali sono le nostre priorità nei prossimi 5 anni, e poi l'abbiamo reso operativo per ogni anno. Siamo al 2 ° anno di questo piano. Due elementi di questo piano sono al centro della tua domanda:

Un concetto è quello che chiamiamo "Joslin Inside" - come possiamo impacchettare la nostra esperienza e consegnarla ad altre istituzioni, altri fornitori, a datori di lavoro autoassicurati su una base globale? Abbiamo avuto un programma di affiliazione negli ultimi 25 anni, in cui abbiamo 46 siti affiliati negli Stati Uniti in 17 stati. Si va dai sistemi sanitari integrati agli ospedali alle pratiche di assistenza primaria o alle case di cura.

Abbiamo sempre fornito loro i nostri modelli, protocolli e informazioni per la cura, ma ora stiamo valutando come fornire più funzionalità in modo che possano partecipare alle sperimentazioni cliniche e sfruttare il nostro lavoro in tempo usando i modelli 'telemedicina' e tele-referral.

L'altro concetto è quello che chiamiamo "Joslin Everywhere" - un riconoscimento di come possiamo sfruttare la potenza della connettività, della mobilità, di tutte le diverse app e dispositivi ora disponibili tramite Bluetooth che inviano informazioni nel cloud. Stiamo esaminando i modi in cui possiamo utilizzare l'analisi e gli algoritmi predittivi per aiutare i pazienti / consumatori e anche i pazienti di altri fornitori.

Stai dicendo che Joslin è coinvolto direttamente nella creazione di nuove tecnologie per il diabete?

Sì, ci sono molte aree diverse in cui stiamo cercando di creare idee creative che sfruttano la tecnologia e la connettività per realizzare la visione di fornire le nostre capacità ad altri fornitori in modo che possano letteralmente essere a un clic di distanza dalla possibilità di parla con i nostri specialisti.

Vediamo cosa facciamo qui a Boston come cucina sperimentale per nuovi approcci di cura e nuove pratiche di cura. L'idea è che li testiamo qui per provarli clinicamente, e ai giorni nostri vuoi dimostrare che saranno anche convenienti. Il nostro approccio è quello di trovare modi per diffondere, condividere, collaborare e collaborare per renderli disponibili agli altri negli Stati Uniti e oltre.

Puoi darci alcuni esempi specifici di innovazioni su cui stai lavorando?

Diciamo che stiamo aiutando un ospedale a gestire i pazienti ricoverati che vengono scaricati e non sono ben gestiti in termini di cure per il diabete. Molte persone tornano a casa e l'ultima cosa che vogliono fare è tornare a Boston per un'altra visita clinica qui. Quindi, come possiamo toccare con loro?

In questo momento abbiamo app mobili in stadi pilota in cui possiamo letteralmente toccare la base con quella persona, vedere come stanno facendo con la gestione del diabete: hanno ricevuto le loro ricette piene, stanno controllando i loro zuccheri nel sangue? E farlo in modo coinvolgente; non vogliamo essere prescrittivi. Piuttosto, vogliamo aiutare quella persona a riprendersi da un intervento chirurgico o da qualche evento in cui sono stati in ospedale, e poi, per di più, si stanno occupando del diabete.Quindi questa è una capacità di "telemedicina" su cui stiamo lavorando.

Stiamo anche sviluppando un altro esempio: come ben sapete, tutte queste società di pompe e misuratori e sensori stanno ora inviando tutte le informazioni nel cloud e sono in grado di inviare tali informazioni a pazienti e medici, ma noi sapere che la maggior parte dei pazienti e dei medici non ha molto tempo per capire cosa fare con quel mare di informazioni: come posso dare un senso a questo?

Quindi abbiamo creato quello che chiamiamo Centro di traduzione per tecnologia, connettività e innovazione nel 2011. Utilizziamo Dr. Howard Wolpert e altri per aiutare a sviluppare algoritmi per le capacità di supporto decisionale. Fondamentalmente, è possibile trovare un modo molto semplice per esaminare tutti quei dati e dire: 'Ecco cosa vogliamo che tu faccia: cambiare la tua insulina o cambiare la tua routine? 'Non vogliamo che tu sia solo in grado di tracciare i tuoi dati o guardarli, ma piuttosto trasformarli in una capacità di supporto decisionale che forniamo.

Quindi sarebbe una sorta di algoritmo validato da Joslin che è sia predittivo che adattivo, e speriamo che perfezionandolo attraverso studi pilota qui, possiamo renderlo disponibile a qualsiasi azienda di dispositivi in ​​modo che possano incorporarlo nei loro sistemi. (Siamo indipendenti dal dispositivo-azienda).

Wow, quindi hai già creato questo algoritmo di supporto alle decisioni sul diabete?

Non posso dire che sia attivo e funzionante oggi, ma il centro è attivo e il dottor Wolpert e alcuni colleghi ci stanno lavorando.

Stiamo davvero cercando di "virtualizzare" ciò che fanno i nostri medici, come se foste qui. Stiamo cercando di raccogliere questo mare di dati e di essere in grado di fornire alle persone le correzioni del piano di assistenza in tempo reale utilizzando tali dati e trasformarli in informazioni fruibili, invece di aspettare episodicamente la prossima visita di qualcuno e apportare modifiche e adeguamenti al volo. Ecco dove pensiamo di poter fare una grande differenza.

Che dire dello sviluppo di standard per i dispositivi per il diabete? Probabilmente hai familiarità con il lavoro svolto all'Università di Toronto su questo fronte ...

Sì, quel gruppo sta lavorando per standardizzare gli output di dati e le strutture dati. Questo è importante e renderà più facile il nostro lavoro.

Vediamo il lavoro di aziende come Qualcomm con la loro piattaforma 2netâ "¢, Dexcom con il loro approccio SweetSpot, e pensiamo: qualcuno risolverà presto il problema. Questa non è la nostra competenza principale. Non siamo persone di dati o persone di connettività di per sé; siamo persone diabetiche. Quindi il nostro pensiero è, concentriamoci su ciò che sappiamo fare meglio. Dove abbiamo fornisce il massimo valore? E penso che sia nell'aiutare i pazienti a prendere decisioni cliniche usando i loro dati. Quindi stiamo guardando, come lo ridimensioniamo? Vogliamo farlo in parallelo, quindi siamo pronti quando qualcuno risolve il pezzo di interfaccia / standard / connettività.

Ci stiamo concentrando non solo sui dati che escono dalla pompa e sul CGM, ma alla fine anche dati sull'accelerometro, informazioni sul cibo che le persone stanno avendo, e forse pressione sanguigna e altri input fisiologici. La nostra speranza è: possiamo distillare tutto ciò e creare un algoritmo predittivo-adattivo validato con scatola nera Joslin che possiamo iniziare a usare per ... riportare al paziente alcune istruzioni molto intelligibili e semplici per due o tre aggiustamenti che possono fare.Sono i primi tempi, ma è piuttosto emozionante nella mia mente!

Che mi dici di quell'app di Joslin mobile per le persone che vengono dimesse dall'ospedale? È già disponibile qualcosa?

Stiamo parlando con aziende che sanno come creare queste soluzioni per il coaching a distanza, promemoria remoti. Uno dei nostri medici sta ora lavorando su un'app per aiutare le persone a gestire meglio il proprio diabete attraverso l'educazione mobile, il monitoraggio, un ciclo di feedback per incoraggiarli a gestire meglio la propria malattia. È ancora in fase pilota, ma ho visto alcuni risultati ed è molto positivo.

Stiamo anche cercando di aggiungere funzionalità di gamification per renderlo educativo, interattivo, eccitante. Abbiamo ora un programma pilota gestito dal Dr. Hsu per creare queste app mobili o app per mDiabetes che pensiamo sarebbe utile dare a pazienti, consumatori e datori di lavoro, per aiutare le persone a fare meglio, senza dover venire qui.

Non abbiamo tutte le risposte, ma voglio incoraggiarci a provare queste cose, ad andare avanti ... e molte di queste cose penso che abbiano davvero il potenziale per essere cambiati.

A proposito di piano strategico quinquennale che hai creato nel 2011 - dove sei ora per quanto riguarda le pietre miliari presentate?

Il nostro ultimo anno fiscale si è concluso il 30 settembre, quindi è stato il primo anno. Sappiamo che non faremo tutto ciò che vogliamo fare in un anno, quindi suddividiamo il piano in elementi operativi e definiamo le priorità.

Abbiamo sviluppato questo piano internamente e lo abbiamo condiviso con tutti i nostri dipendenti e tutti i nostri fiduciari come un "documento di orientamento" in uno spirito di collaborazione. Delinea le nostre piattaforme Joslin Inside e Joslin Everywhere. Abbiamo anche creato un Office of Commercialization & Ventures, per collaborare al meglio con l'industria, che si tratti di un'azienda farmaceutica o di un produttore di dispositivi: se hanno un'area in cui vogliono lavorare con noi, ora hanno un modo migliore per avanzare prodotti e soluzioni, per aiutare a portare queste cose ai pazienti più velocemente. Pensiamo che sia un ruolo positivo.

Quindi stai permettendo a queste aziende di accedere alla tua popolazione di pazienti per testare i prodotti?

Bene, su una base molto attenta. Eseguiamo un processo piuttosto esaustivo per proteggere la riservatezza del paziente, anche oltre HIPAA. Ma se pensiamo che sia un modo per aiutare a migliorare le capacità nel diabete, possiamo dargli supporto. Abbiamo ampie capacità di sperimentazione clinica qui.

Non lo facciamo a meno che non ci sia un buon allineamento e crediamo nel beneficio del prodotto o del trattamento. Se soddisfa questi criteri, allora permettiamo ai nostri pazienti di scegliere se vogliono essere coinvolti in questo tipo di prove.

Sintonizzati domani per le idee di John sull'affordable Healthcare Act, che coinvolge gli incidenti mortali nei rapporti e nella pianificazione di Joslin e cosa c'è dietro la grande conferenza Joslin Diabetes + Innovation.

Disclaimer : Contenuto creato dal team Diabetes Mine. Per maggiori dettagli clicca qui.

Disclaimer

Questo contenuto è stato creato per Diabetes Mine, un blog sulla salute dei consumatori incentrato sulla comunità dei diabetici.Il contenuto non è revisionato da un medico e non aderisce alle linee guida editoriali di Healthline. Per ulteriori informazioni sulla partnership di Healthline con Diabetes Mine, fare clic qui.