Cercando di condurre una vita più forte e più sana? Iscriviti alla nostra newsletter Wellness Wire per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?  Iscriviti alla nostra newsletter  Wellness Wire  per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.
Crescendo in Romaina con diabete di tipo 1

Continuiamo a viaggiare in tutto il mondo per portarvi resoconti della convivenza con il diabete in vari paesi per la nostra serie Global Diabetes. Questo mese, siamo lieti di presentare una giovane rumena che si concentra sul raggiungimento del miglior equilibrio possibile tra la gestione del diabete e la sua vita professionale.

Roxana Nasoi ha 24 anni a Bucarest, in Romania, a cui è stato diagnosticato il tipo 1 da bambino. Come la maggior parte delle 20-così m ethings (e molte altre) in questi giorni, Roxana è attiva su Twitter su @roxanasoi e scrive anche un blog personale (in rumeno).

È anche un'aspirante imprenditrice, che cerca di creare una piattaforma online per il diabete in Romania utilizzando una combinazione delle sue capacità e passioni: una laurea in psicologia della medicina del lavoro, il suo amore per la scrittura freelance e il lavoro IT, e naturalmente la sua esperienza personale con il tipo 1.

Ha già scritto qualcosa su come i social media possono aiutare con la consapevolezza del diabete, e Roxana dice che intende espandere quel lavoro in una piattaforma dove più giovani PWD possono condividere le loro storie con il mondo.

Un guest post di Roxana Nasoi

Il diabete è quello che mi piace chiamare il mio "tesoro nascosto".

Diagnosticato con diabete di tipo 1 all'età di 4 anni, è stato con me attraverso tutta la mia infanzia, adolescenza e fino all'età adulta e probabilmente sarò con me per il resto del mio futuro. L'ho chiamato tesoro nascosto perché mi da il potere di superare tutto. È come un grilletto auto-motivante. Quando esagero - lavorando troppo o stressando - il mio diabete sottolinea che è troppo e ho bisogno di riposarmi. È il mio modo migliore per monitorare il modo in cui la mia salute è influenzata dalle faccende quotidiane e dalle attività, è anche un modo per gestire quanto sforzo (mentale e fisico) posso mettere in quello che faccio.

Dopo 19 anni questo mese, vedo che mi dà più bene che male in vita mia.

Cresciuto con D in Romania

Nato nel maggio del 1989, vengo da una piccola città sul lato della montagna in Bucovina, in Romania. La mamma dice che ho avuto una vita sana fino all'età di 4 anni, che era la "linea di partenza" del mio diabete nel 1994. Fondamentalmente, per un anno e mezzo ho avuto costantemente l'influenza o altri problemi non polmonari che tutti hanno portato a un trattamento a lungo termine con penicillina. Se me lo chiedi, penso che la penicillina abbia rovinato le mie cellule pancreatiche, e non era solo un "patrimonio genetico" di mio nonno (che aveva il diabete).

Sono davvero ottimista per natura, quindi al momento della diagnosi all'ospedale municipale in cui mi hanno portato i miei genitori, non mi rendevo conto di cosa stavo iniziando. Mi ci è voluto un po 'per capire che la mamma non avrebbe preparato enormi piatti di biscotti e torte come una volta, o che dovevo calcolare tutta la mia infanzia in carboidrati.Certo, papà non poteva sopportare che ero al centro dell'attenzione e un anno dopo, ha anche sviluppato il diabete di tipo 1.

Nel mio primo anno con il "nuovo" io ero depresso e decisi di rimanere in casa. Non sono più andato all'asilo. Non volevo il contatto con le persone. Avevo un amico ed era molto matura per la sua età (8 anni), quindi è rimasta con me e non ha chiesto dettagli. Le ho appena detto "non è contagioso, non morirai se giochi con me". Ciò che mi ha riportato ad un lato ottimistico è stata una combinazione di cose: la mia famiglia è sempre stata di supporto e lì per me, ho avuto un migliore amico a cui non importava di avere il diabete, e il fatto che mi sono innamorato del balletto e ginnastica.

Ma ciò che mi ha aiutato a vedere la vita nei colori della gioia è stato un viaggio a un amico di famiglia in un monastero. Mentre era lì, una macchina ha guidato e una ragazza dentro quella macchina mi ha salutato. Mi aspettavo che uscisse dalla macchina e arrivasse di corsa, non appena suo padre parcheggiava la macchina. Ma no, la ragazza non ha aperto la porta e lei non è venuta correndo verso di me. Suo padre la prese tra le braccia e la mise su una sedia a rotelle. Ecco quando mio padre mi ha detto: "Vedi la differenza ora? Il tuo diabete ti permette di usare i piedi, le mani, puoi ballare, puoi pensare, puoi correre, puoi fare tutto ciò che vuoi. Basta fare in modo di non andare oltre un certo limite. "

È così che ho iniziato a vedere il mio diabete in modo positivo.

Quando ho iniziato il primo grado (all'età di 7 o 8 anni) i miei compagni di classe mi avrebbero già accettato e mi avrebbero fatto sentire un bambino normale. Quale ero.

Opzioni sanitarie in Romania

Ora, devo dire che all'inizio degli anni '90 i casi di bambini con diabete di tipo 1 erano rari. E perché

e stavamo fissando a malapena le nostre ferite dopo la caduta del comunismo, non avevamo troppi dolci diabetici, dolcificanti artificiali o bevande leggere. E a quel tempo, tutto quello che dovevamo monitorare il nostro diabete era un misuratore di glucosio nel sangue che era costoso e raro e richiedeva tra 5 e 7 minuti per ottenere un risultato. Inoltre, le strisce reattive erano piuttosto costose e difficili da trovare. Dovresti andare fino in Germania o in Svizzera per prenderli a un prezzo ragionevole.

Questo mi porta a capire come funziona l'assistenza sanitaria qui in Romania: abbiamo un sistema sanitario pubblico e uno privato. Il sistema sanitario pubblico offre assistenza medica di base, inclusi controlli (glicemia, controlli sui reni e sui polmoni, altri controlli del sangue). Sfortunatamente, in molti casi, le attrezzature mediche utilizzate in molti ospedali pubblici sono obsolete e potresti finire con altre complicazioni. La scelta migliore è quella di andare per gli ospedali municipali che sono più dotati di moderne attrezzature mediche. Per ora, l'insulina è ancora data gratuitamente a coloro che hanno un'assicurazione medica. Hai anche penne gratuite, strisce reattive per lo zucchero nel sangue (circa 50 strisce al mese) e aghi. Certo, non sappiamo quanto tempo saranno le cose in questo modo. Sentiamo costantemente parlare della "mancanza di fondi" per i diabetici e che il governo vorrebbe tagliare le forniture gratuite e indurre trattamenti a pagamento.È davvero una situazione triste, perché lo stipendio medio mensile in Romania è di circa $ 300- $ 400 USD e gli anziani ricevono un semplice pagamento di pensione da $ 200- $ 300 su base mensile. Questo dato che l'insulina, gli aghi, le penne e i test di zucchero nel sangue costano circa $ 1 000 per un trattamento di 2-3 mesi.

Il nostro sistema sanitario privato è migliore. Certo, si paga molto ma si ottengono servizi di qualità. Di solito preferisco questa opzione perché mi piace avere almeno la sensazione che qualcuno si interessi alla mia salute in una clinica. Alcuni ospedali e strutture private offrono persino opzioni di ambulanza private, e per soli $ 5 al mese vengono a portarti da casa se non riesci a camminare da solo o se la tua salute è davvero danneggiata. Ogni controllo costa, ma ottieni risultati immediati e l'attrezzatura medica è molto avanzata. Sono uno scrittore e un imprenditore freelance in modo da poter coprire i costi senza preoccupazioni, ma la maggior parte dei romeni con diabete non ha i soldi per permettersi un simile "stile di vita" medico. E il problema è che la maggior parte di queste strutture private sono disponibili solo nelle grandi città. Ma per le piccole città è disastroso.

Come PWD in Romania, ottieni un doppio assegno nella scuola superiore, una borsa di studio del diabete al college (di solito è deciso per ogni università, ma da quello che ho visto e sentito, non è mai più di $ 100 USD / mese) , una salute mensile stippend di meno di $ 100 USD, e un paio di corse in treno gratuite o scontate e abbonamenti annuali ai trasporti pubblici. Complessivamente, queste somme coprono appena la metà dei costi per un mese di trattamento. Per non parlare della reazione di altre persone, perché il diabete non si manifesta in superficie, quindi a volte non ti credono nemmeno quando dici "Ehi, ho il diabete di tipo 1".

Rispetto a 19 anni fa , Posso dire che il sistema sanitario pubblico è migliorato un po ', ma il cambiamento è incredibilmente lento. Fortunatamente, abbiamo queste strutture private che possiamo usare, quindi ogni volta che voglio vedere come sta il mio HbA1c, posso programmare una visita medica, pagarla e ricevere risultati in meno di 24 ore. E se voglio parlare di più della mia vita con il diabete, posso programmare un incontro con un nutrizionista.

Doing Diabetes "Like a Boss"

Unire la società rumena e la mancanza di risorse e strumenti per il diabete con il fatto che io sono ... beh, una ragazza testarda. Questo mi ha messo nei guai molte volte. Come nel 6 th , quando quasi caddi in coma perché volevo "sperimentare" e vedere se potevo migliorare il mio diabete in modo naturale. O nel mio ultimo anno di scuola superiore, un paio di mesi dopo aver fatto un viaggio in euro, sono stato ricoverato in ospedale a causa del mio diabete.

Ma ogni volta che il mio diabete cercava di prendere il sopravvento, la mia mente positiva ha combattuto ancora di più. Mi dicevo sempre quello che mi ha detto il mio dottore al liceo: "Roxana, non adattare la tua vita al tuo diabete, adattare il diabete alla tua vita". E così ho fatto. Non puoi aspettarti di vivere come un vegetale, pensando: non essere troppo felice perché il tuo livello di zucchero nel sangue potrebbe salire; non piangere a un funerale perché il tuo livello di zucchero nel sangue potrebbe salire; non diventare troppo entusiasta, potrebbe aumentare il livello di zucchero nel sangue.No, semplicemente vivi la tua vita al massimo; credi in te stesso e presti attenzione ai dettagli. Quando si tratta di emozioni, lascia perdere tutto. Forse a breve scadenza, il tuo livello di zucchero nel sangue potrebbe salire, ma alla lunga, sei tu, sei umano. E lasciare uscire le tue emozioni può aiutarti a raggiungere un equilibrio psicologico e mentale.

Durante la mia adolescenza, mi sento come se fossi riuscito a gestire il mio diabete "come un boss". Mi è piaciuto rimanere informato, soprattutto online. Ho avuto un PC dalla prima elementare e da Internet dalla quinta elementare, e ricordo di essermi iscritto a un forum internazionale chiamato All Diabetes International (un gruppo Yahoo). Non sono più attivo e in questi giorni preferisco blog e siti per il diabete.

Al college tra il 2008 e il 2011, ho studiato psicologia. Qui in Romania, una laurea triennale richiede tre anni. E nel mio caso, andare in una università statale nella contea di Iasi, a 300 chilometri da casa e viverci da solo per tre anni, è stata un'esperienza che mi ha cambiato la vita. Orgogliosamente, ho imparato le statistiche e l'analisi dei dati e questo è qualcosa che ho intenzione di usare per il resto della mia vita (statistiche sul diabete e analisi dei dati a parte!). Il mio diploma di laurea dice "Psicologo", ma vorrei che dicesse "Statistico". Non sono bravo con il counseling o la terapia, sebbene io sia bravo con le persone più che nella formazione e nel tutoraggio. Lavoro al meglio con i numeri, quindi le statistiche sono il mio secondo amore (il caffè è il mio primo).

Freelance professionali, piani per la piattaforma per il diabete

Dopo il college, mi sono trasferito nella capitale di Bucarest nell'estate del 2011. Nel giugno di quest'anno, ho finito il mio master in salute del lavoro psicologia e ora sto lavorando per iniziare la mia piccola attività.

Ai tempi in cui io a

va bene un viaggio europeo durante i miei anni dell'adolescenza, ho capito che lavorare come impiegato a tempo pieno in Romania sarebbe un suicidio per la mia gestione del diabete. Voglio dire, alcune aziende sfruttano semplicemente i giovani dipendenti e non interessa a nessuno se si dispone di una condizione medica. Potrei dire che se il diabete ti rallentasse nel tuo lavoro, allora il datore di lavoro non sarebbe felice o comprensivo, ma non ho mai voluto provarlo per me stesso. Così ho deciso di diventare libero professionista. Quel tipo di lavoro mi ha offerto la possibilità di diventare uno studente universitario guadagnando un po 'di soldi in tasca, ma soprattutto mi ha permesso di controllare la mia vita e di bilanciare tutto nel mezzo.

Ho iniziato come scrittore di articoli cinque anni fa e ho anche provato la progettazione del logo e la manutenzione del sito web (mio fratello lavora nel settore IT, quindi sono sempre stato collegato a tecnologia e software) . Dopo aver conseguito la laurea, ho lavorato con un paio di società di statistica come consulente di progetto, per poi passare dal copywriting per l'ottimizzazione dei motori di ricerca alle strategie seriali di SEO e alla consulenza aziendale.

Nel giugno 2012 sono diventato consulente di formazione per Elance. com, una piattaforma freelance di cui faccio parte a Bucarest. Ho detto prima che sto bene con le persone se questo implica insegnare o insegnare loro.Quindi questo è quello che faccio come console Elance: insegno alle persone come sviluppare le loro capacità imprenditoriali e come diventare liberi professionisti sulla piattaforma. Organizzo anche eventi sociali e incontri di rete. Lo adoro, perché è la prossima cosa migliore per il freelance. C'è un'intera squadra di persone di talento che mi accettano come sono, che non mi giudicano e che sono felici ogni volta che sono contento dei miei risultati. E lo scambio interculturale è semplicemente fantastico; puoi parlare con persone diverse da tutto il mondo e creare uno scambio culturale professionale.

In questo momento, sto lavorando con circa tre persone e il mio piano è di iniziare la mia piccola impresa usando questo stesso tipo di piattaforma. Mentre la piattaforma non è ancora pronta, sto pensando di organizzare una scuola di "life learning" per il diabete in cui le persone possano imparare dalle esperienze degli altri come affrontare i problemi quotidiani del diabete. Sto cercando di imparare e scrivere di più su come il diabete e il business lavorano insieme, dalla flessibilità freelance ad altre cose legate alla psicologia. Potrebbe volerci un po 'di tempo, ma è un mio sogno e ho intenzione di avviarlo sul web, così le persone di tutto il mondo possono connettersi ad esso.

Sembra che tu abbia un grande piano per il futuro, Roxana. Grazie per aver condiviso la tua storia e il tuo ottimismo!

Disclaimer : Contenuto creato dal team Diabetes Mine. Per maggiori dettagli clicca qui.

Disclaimer

Questo contenuto è stato creato per Diabetes Mine, un blog sulla salute dei consumatori incentrato sulla comunità dei diabetici. Il contenuto non è revisionato da un medico e non aderisce alle linee guida editoriali di Healthline. Per ulteriori informazioni sulla partnership di Healthline con Diabetes Mine, fare clic qui.