Cercando di condurre una vita più forte e più sana? Iscriviti alla nostra newsletter Wellness Wire per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?  Iscriviti alla nostra newsletter Wellness Wire  per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.
Intervista con il nuovo CEO di JDRF Derek Rapp

Siamo rimasti tutti sorpresi nel sentire la recente notizia che JDRF aveva deciso di sostituire il suo massimo dirigente, facendo uscire Jeffrey Brewer come presidente e CEO per un altro D-Dad e leader del settore, Derek Rapp. La notizia è venuta giù un paio di settimane fa, e al momento abbiamo pubblicato alcuni dettagli oltre l'annuncio della stampa iniziale su cosa significhi tutto ciò.

Siamo stati rassicurati dal presidente dell'org e da altri che nulla cambierebbe per quanto riguarda l'obiettivo e la missione del nonpr

ofit e che questo nuovo CEO avrebbe aiutato a rafforzare e persino espandere i programmi già esistenti.

Ciò che non è stato ampiamente discusso, però, è che non c'è davvero alcun limite temporale al ruolo di Derek, e sembra che potrebbe non essere il CEO permanente che guiderà JDRF nel futuro. Ecco cosa ci dice il presidente della JDRF John Brady:

Derek si impegna a servire come amministratore delegato della JDRF per non meno di un anno. Durante questo periodo, Derek valuterà il suo interesse nel continuare ... e il consiglio della JDRF svilupperà un profilo del CEO che meglio si adatta alle nostre esigenze a lungo termine. Può darsi che Derek continui nel suo ruolo, o forse decidiamo che una ricerca è nel miglior interesse dell'organizzazione. Derek e il comitato JDRF sono pienamente impegnati in un processo deliberato, metodico e trasparente per determinare le esigenze a lungo termine della JDRF e garantire che abbiamo la persona giusta per il lavoro. Derek sta compiendo un significativo sacrificio personale e professionale per guidarci durante questo periodo e sostiene pienamente il processo che stiamo intraprendendo.

Quindi, c'è una possibilità che più è il cambiamento in arrivo ...

Indipendentemente da quanto a lungo possa servire come amministratore delegato, oggi siamo onorati di condividere la prima intervista in due parti con Der

ek, che diventa la quinta persona a ricoprire quella posizione negli ultimi dieci anni. Ha un lavoro importante, in qualità di dirigente per un'organizzazione internazionale da 206 milioni di dollari con 100 capitoli in tutto il mondo, quasi 1 000 dipendenti e 300.000 volontari in tutto il mondo, aiutando a distinguersi come principale ente di ricerca per il diabete di tipo 1.

Nella prima parte della nostra intervista via email, parliamo con Derek del suo background, di quello che porta alla JDRF e di come intende costruire su quello che Jeffrey Brewer e altri hanno realizzato alla JDRF negli ultimi tempi anni.

DM) Qual è la tua connessione personale al diabete?

DR) Mia moglie Emily e io siamo orgogliosi genitori di nostro figlio Turner, che ora ha 20 anni. È stato diagnosticato con T1D nel 2004. Altri cinque parenti di Emily hanno anche la malattia. La JDRF è stata creata e sarà ancora guidata da persone con una connessione personale al diabete di tipo 1.

Con il tuo background in biotecnologie, cosa porti in tavola e in che modo ti aiuteranno a guidarti?

Il mio background è in finanza e management con una concentrazione nella pianificazione strategica. Ho lavorato nel campo delle scienze della vita, in particolare per quanto riguarda la strategia di ricerca e il fare accordi. Per più di 20 anni ho guidato organizzazioni in una vasta gamma di affari. Ho svolto un ruolo strumentale nel plasmare e attuare la strategia di ricerca, attraverso il mio lavoro nel (JDRF International Board), come presidente del comitato di ricerca, e come membro del nostro comitato consultivo strategico che ha supervisionato i vari prodotti farmaceutici, biotecnologie, e partnership senza scopo di lucro che abbiamo forgiato per tradurre la ricerca in terapie e trattamenti che arrivano nelle mani dei pazienti.

JDRF è un'organizzazione unica specificamente focalizzata sulla ricerca sul diabete di tipo 1, e abbiamo un reparto di ricerca impressionante con esperti e leader nel settore che continueranno a guidare questi sforzi. In senso lato, tuttavia, ho una comprensione delle risorse, del tempo e del denaro necessari per sostenere la ricerca scientifica di successo e definire strategie e priorità organizzative. Capisco anche l'importanza della collaborazione con gli altri che condividono i nostri obiettivi, e sono fiducioso che il mio pool di conoscenze aiuterà a portare avanti la JDRF nella prossima fase di realizzazione della sua missione.

Probabilmente hai visto alcuni dei discorsi sul tuo ruolo in Monsanto ... come diresti questo per le persone della comunità D che potrebbero avere domande o dubbi?

Ciò che la gente pensa della Monsanto come azienda è irrilevante in questo contesto. Spero che la comunità T1D si concentri su chi sono e sul mio impegno per questa missione. Mi aspetto di essere, e dovrei essere, giudicato in base al fatto che sto aiutando a spostare JDRF più vicino al nostro obiettivo finale di creare un mondo senza T1D.

Come detto, ho un figlio con T1D, un altro con due anticorpi T1D e cinque membri della famiglia di mia moglie anche con T1D. Ho visto da vicino e in modo personale la malattia può sfidare una persona e una famiglia. Il mio cuore va a tutti coloro che hanno a che fare con la malattia e le sue numerose complicazioni - sia le complicazioni fisiche che la qualità della vita. Il T1D è una malattia insidiosa e il mio impegno nei confronti della nostra comunità è completo e inequivocabile. La mia unica bussola è quale percorso ci porta verso trattamenti migliori e una cura più direttamente. Spero che le persone si concentrino su questa metrica sopra tutti gli altri.

Il tuo background, personale e professionale in relazione al diabete e al coinvolgimento della JDRF, sembra rispecchiare in molti modi Jeffrey Brewer. Sei d'accordo, e cosa pensi che significhi per la tua leadership alla JDRF?

Abbiamo alcune somiglianze nel nostro background, in particolare i nostri forti legami con T1D e JDRF. Penso che questo sia importante in quanto invia un messaggio forte e positivo alla nostra comunità che il CEO della JDRF ha lo stesso interesse nel curare questa malattia come fanno loro.

Perché il Consiglio ha deciso che era giunto il momento di cambiare direzione?

Come diceva John Brady, tutte le organizzazioni si evolvono e attraversano le transizioni della leadership ed è giunto il momento per una tale transizione alla JDRF. Quando Jeffrey è entrato a far parte di JDRF come amministratore delegato nel 2010, è stato incaricato di reimpostare la strategia di ricerca organizzativa, la strategia di raccolta fondi e i sistemi di gestione e governance. Grazie non solo alla leadership di Jeffrey, ma anche alla visione e alla passione del nostro Board, del nostro straordinario staff e del nostro esercito di volontari, siamo più motivati ​​che mai a creare un mondo senza T1D.

Quale pensi che il lascito di Jeffrey sarà il CEO di JDRF?

Jeffrey ha fatto un lavoro fantastico. Penso che il suo più grande lascito possa essere che ha rinvigorito la speranza genuina tra la comunità T1D che i trattamenti che cambiano la vita e una cura non sono fuori dal nostro controllo.

Come molte organizzazioni non profit che guardano i costi, la JDRF ha avuto la sfida di vecchia data di reclutare e mantenere una leadership forte. Puoi commentare i tappini oi livelli di stipendio JDRF in questi giorni?

Non sarebbe appropriato per me commentare su questo. Non condividiamo esternamente le retribuzioni dei dipendenti fino a quando non diventeranno di dominio pubblico attraverso i rapporti 990. Dirò che lavoriamo per attrarre e trattenere individui di talento in tutta l'organizzazione. Ovviamente, ciò comporta costi significativi. Tuttavia, un'organizzazione come la JDRF può essere forte solo quanto la sua gente, quindi siamo disposti a spendere in quest'area ea lavorare per trovare risparmi nelle aree in cui possiamo.

{ Nota del redattore: tornando indietro attraverso i documenti fiscali IRS in questo database senza scopo di lucro, sembra che Jeffrey Brewer non abbia preso alcuno stipendio durante i suoi 3 anni al timone, e sappiamo che il suo predecessore Alan Lewis scelse di non accettare uno stipendio (entrambi erano ricchi in modo indipendente). Nel 2008, l'amministratore delegato della JDRF Arnold Donald ricevette un totale di $ 613, 178 in stipendi e compensi.}

Abbiamo sentito che eri una voce chiave nel dare forma alla visione e al focus della JDRF dietro le quinte dal 2010, sebbene Jeffrey fosse davvero il volto di ciò che si stava facendo ...

Sono stato coinvolto con JDRF a tutti i livelli dai miei anni di leadership volontaria. Ci sono centinaia di genitori, nonni, amici e persone che vivono con T1D che guidano le nostre azioni e la nostra passione e sono personalmente coinvolti dal 2010. Sono impegnato a raccogliere fondi e ad accelerare i progressi verso i nostri obiettivi.

Sono stato membro del Consiglio di amministrazione internazionale della JDRF dal 2010 e ho appena iniziato un mandato biennale come vicepresidente dell'IBOD. Inoltre, ho ricoperto il ruolo di presidente di ricerca e come membro del comitato di ricerca e ho svolto un ruolo importante nel plasmare la nostra strategia di ricerca. La visione e il piano organizzativo più ampi che hanno ottenuto il tuo sostegno rimarranno in vigore.

Molti di noi adulti di tipo 1 si sono sentiti maggiormente inclusi dalla JDRF negli ultimi anni, grazie in gran parte all'approccio di Jeffrey ... cosa vorresti dirci?

Capisco quanto sia centrale per il nostro DNA che il CEO e tutto il nostro team si sentano coinvolti, connessi, supportati e apprezzati.Mantenere lo spirito di volontariato sarà una parte centrale del mio stile di gestione. Nei prossimi mesi mi aspetto di viaggiare in tutto il mondo per incontrare i nostri capitoli, i nostri volontari e i nostri donatori, essere a loro disposizione, ascoltarli e rispondere a loro.

{ Nota del redattore: Questo in realtà non risponde alla domanda posta: coinvolgere gli adulti con T1D insieme a bambini e famiglie. }

Ci sono piani specifici che hai in mente immediatamente?

Ho intenzione di rimanere il corso. Abbiamo il piano giusto, le persone giuste, la strategia giusta e le giuste partnership. La mia priorità principale è aiutare i nostri volontari e il personale a raccogliere le risorse di cui abbiamo bisogno per spostarci ancora più rapidamente lungo il percorso che stiamo percorrendo.

Sono previste modifiche al modo in cui JDRF funziona con altre organizzazioni, come ADA e IDF?

No, la collaborazione e la partnership sono la chiave per curare il T1D.

Quali sono le maggiori sfide della JDRF in generale?

Per la prima volta nella nostra storia, abbiamo una scienza più promettente da finanziare di quante risorse abbiamo da spendere. Quindi la nostra più grande sfida è quella di raccogliere le risorse di cui abbiamo bisogno per colmare il deficit di finanziamento in modo che possiamo accelerare i progressi nelle nostre aree prioritarie.

Restate sintonizzati per la seconda parte di questa domanda e risposta con Derek Rapp, in arrivo lunedì 11 agosto. Ci addentreremo ulteriormente nel punto in cui vede dirigere la JDRF mentre è al comando. Apprezziamo il tempo che Derek ha portato con noi nei suoi primi giorni sul lavoro come nuovo leader della JDRF! Vedi anche: ulteriori domande poste a Derek dai nostri colleghi D-Advocates su diaTribe.

Disclaimer : Contenuto creato dal team Diabetes Mine. Per maggiori dettagli clicca qui.

Disclaimer

Questo contenuto è stato creato per Diabetes Mine, un blog sulla salute dei consumatori incentrato sulla comunità dei diabetici. Il contenuto non è revisionato da un medico e non aderisce alle linee guida editoriali di Healthline. Per ulteriori informazioni sulla partnership di Healthline con Diabetes Mine, fare clic qui.