Trombocitemia primaria

Trombocitemia primaria
Trombocitemia primaria: cause, sintomi e diagnosi

Che cosa è trombocitemia primaria?

La trombocitemia primaria è una rara patologia della coagulazione del sangue che provoca la produzione di troppe piastrine nel midollo osseo ed è anche nota come trombocitemia essenziale.

Il midollo osseo è il tessuto spugnoso all'interno delle ossa. :

  • globuli rossi (RBC), che trasportano ossigeno e nutrienti
  • globuli bianchi (globuli bianchi), che aiutano a combattere le piastrine
  • , che consentono la coagulazione

Un'elevata conta piastrinica può causare lo sviluppo spontaneo di coaguli di sangue, normalmente il sangue inizia a coagularsi per prevenire una massiccia perdita di sangue dopo un infortunio. l'ocitemia, tuttavia, i coaguli di sangue possono formarsi improvvisamente e senza una ragione apparente.

La coagulazione del sangue anormale può essere pericolosa. I coaguli di sangue possono bloccare il flusso di sangue verso il cervello, il fegato, il cuore e altri organi vitali.

Cause Cosa provoca la trombocitemia primaria?

Questa condizione si verifica quando il tuo corpo produce troppe piastrine, il che può portare a coaguli anormali. Tuttavia, la causa esatta di ciò è sconosciuta. Secondo la MPN Research Foundation, circa la metà delle persone con trombocitemia primaria ha una mutazione del gene nel gene JAK2 (Janus kinase 2). Questo gene è responsabile della produzione di una proteina che promuove la crescita e la divisione delle cellule.

Quando il numero delle piastrine è troppo alto a causa di una specifica malattia o condizione, è chiamato trombocitosi secondaria o reattiva. La trombocitemia primaria è meno comune della trombocitosi secondaria. Un'altra forma di trombocitemia, la trombocitemia ereditaria, è molto rara.

La trombocitemia primaria è più comune tra le donne e le persone di età superiore a 50 anni. Tuttavia, la condizione può colpire anche le persone più giovani.

Sintomi Quali sono i sintomi della trombocitemia primaria?

La trombocitemia primaria di solito non causa sintomi. Un coagulo di sangue può essere il primo segno che qualcosa non va. I coaguli di sangue possono svilupparsi ovunque nel tuo corpo, ma è più probabile che si formino nei tuoi piedi, mani o cervello. I sintomi di un coagulo di sangue possono variare a seconda di dove si trova il coagulo. I sintomi generalmente includono:

  • mal di testa
  • stordimento o vertigini
  • debolezza
  • svenimento
  • intorpidimento o formicolio ai piedi o alle mani
  • arrossamento, palpitazione e bruciore ai piedi o alle mani > cambiamenti della visione
  • dolore al petto
  • una milza leggermente ingrossata
  • In rari casi, la condizione può causare sanguinamento. Ciò può verificarsi sotto forma di:

facile formazione di lividi

  • sanguinamento dalle gengive o dalla bocca
  • sangue dal naso
  • urina di sangue
  • feci sanguinolente
  • Complicazioni Quali sono le complicanze della trombocitemia primaria?

Le donne che hanno trombocitemia primaria e assumono anche anticoncezionali hanno un rischio più elevato di coaguli di sangue. La condizione è anche particolarmente pericolosa per le donne che sono incinte. Un coagulo di sangue situato nella placenta può causare problemi di sviluppo fetale o aborto.

Un coagulo di sangue può causare un attacco ischemico transitorio (TIA) o un ictus. I sintomi di ictus includono:

visione offuscata

  • debolezza o intorpidimento agli arti o faccia
  • confusione
  • mancanza di respiro
  • difficoltà a parlare
  • convulsioni
  • Le persone con trombocitemia primaria sono anche a rischio di infarto Questo perché i coaguli di sangue possono bloccare il flusso di sangue al cuore. I sintomi di un infarto comprendono:

pelle sudata

  • dolore spremuto nel torace che dura per più di qualche minuto
  • respiro corto
  • dolore che si estende alla spalla, al braccio, alla schiena o alla mascella
  • Anche se meno comune, un conteggio delle piastrine estremamente elevato può causare:

sangue dal naso

  • lividi
  • sanguinamento dalle gengive
  • sangue nelle feci
  • Chiamare il medico o andare in ospedale immediatamente se ha sintomi di:

un coagulo di sangue

  • infarto
  • ictus
  • sanguinamento grave
  • Queste condizioni sono considerate emergenze mediche e richiedono un trattamento immediato.

DiagnosiCome viene diagnosticata la trombocitemia primaria?

Il medico eseguirà prima un esame obiettivo e ti chiederà informazioni sulla tua storia clinica. Assicurati di menzionare eventuali trasfusioni di sangue, infezioni e procedure mediche che hai avuto in passato. Informi anche il medico di eventuali farmaci e integratori da prescrizione e da banco (OTC) che stai assumendo.

Se si sospetta una trombocitemia primaria, il medico eseguirà alcuni esami del sangue per confermare la diagnosi. Gli esami del sangue possono includere:

emocromo completo (CBC).

  • Un CBC misura il numero di piastrine nel sangue. Striscio di sangue.
  • Un striscio di sangue esamina le condizioni delle piastrine. Test genetici.
  • Questo test aiuterà a determinare se si dispone di una condizione ereditaria che causa un alto numero di piastrine. Altri test diagnostici possono includere l'aspirazione del midollo osseo per esaminare le piastrine al microscopio. Questa procedura comporta il prelievo di un campione di tessuto del midollo osseo in forma liquida. In genere viene estratto dallo sterno o dal bacino.

Molto probabilmente riceverai una diagnosi di trombocitemia primaria se il tuo medico non riesce a trovare una causa per il tuo alto numero di piastrine.

Trattamento Come viene trattata la trombocitemia primaria?

Il piano di trattamento dipenderà da una serie di fattori, incluso il rischio di sviluppare coaguli di sangue.

Potrebbe non essere necessario un trattamento se non si hanno sintomi o fattori di rischio aggiuntivi. Invece, il medico può scegliere di monitorare attentamente le sue condizioni. Il trattamento può essere raccomandato se:

ha più di 60 anni

  • è un fumatore
  • ha altre condizioni mediche, come diabete o malattie cardiovascolari
  • ha una storia di sanguinamento o coaguli di sangue
  • Il trattamento può includere quanto segue:

L'aspirina a basse dosi OTC

  • (Bayer) può ridurre la coagulazione del sangue. I farmaci con prescrizione
  • possono ridurre il rischio di coagulazione o ridurre la produzione di piastrine nel midollo osseo. Pheresis piastrinico.
  • Questa procedura rimuove le piastrine direttamente dal sangue. Prospettive Qual è la prospettiva a lungo termine per le persone con trombocitemia primaria?

La tua prospettiva dipende da una varietà di fattori. La maggior parte delle persone non sperimenta complicazioni per molto tempo. Tuttavia, possono verificarsi gravi complicanze. Possono includere:

sanguinamento grave

  • ictus
  • infarto
  • complicazioni della gravidanza, come preeclampsia, parto prematuro e aborto spontaneo
  • Problemi di sanguinamento sono rari, ma possono portare a complicazioni come: < leucemia acuta, un tipo di tumore del sangue

mielofibrosi, un disturbo progressivo del midollo osseo

  • Prevenzione e trattamento Come è possibile prevenire e trattare la trombocitemia primaria?
  • Non esiste un modo noto per prevenire la trombocitemia primaria. Tuttavia, se hai recentemente ricevuto una diagnosi di trombocitemia primaria, ci sono alcune cose che puoi fare per ridurre il rischio di gravi complicanze.

Il primo passo è la gestione di eventuali fattori di rischio per i coaguli di sangue. Controllare la pressione sanguigna, il colesterolo e condizioni come il diabete può aiutare a ridurre il rischio di coaguli di sangue. Puoi farlo esercitandoti regolarmente e mangiando una dieta che consiste in gran parte di frutta, verdura, cereali integrali e proteine ​​magre.

È anche importante smettere di fumare. Il fumo aumenta il rischio di coaguli di sangue.

Per ridurre ulteriormente il rischio di gravi complicanze, dovresti anche:

Prendere tutti i farmaci come prescritto.

Evita farmaci da banco o a freddo che aumentano il rischio di sanguinamento.

  • Evitare sport o attività di contatto che aumentino il rischio di sanguinamento.
  • Segnala tempestivamente sanguinamento anormale o sintomi di coaguli di sangue al medico.
  • Prima di qualsiasi intervento odontoiatrico o chirurgico, assicurati di dire al tuo dentista o al medico eventuali farmaci che potresti assumere per ridurre la conta piastrinica.
  • I fumatori e le persone con una storia di coaguli di sangue potrebbero aver bisogno di farmaci per ridurre il loro numero di piastrine. Altri potrebbero non aver bisogno di alcun trattamento.