Cercando di condurre una vita più forte e più sana? Iscriviti alla nostra newsletter Wellness Wire per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.

Cercando di condurre una vita più forte e più sana?  Iscriviti alla nostra newsletter Wellness Wire  per tutti i tipi di nutrizione, fitness e benessere.
Hawaii Weightlifter conquista il diabete di tipo 1 | DiabetesMine

Se vi siete mai chiesti se poteste essere un sollevatore di pesi pluripremiato con diabete di tipo 1, date un'occhiata alle Hawaii, dove D-peep Jameson (Jamie) Dahl ci mostra come è fatto.

Il trentenne di Oahu (una delle più a nord-ovest della catena di otto isole delle Hawaii e sede della capitale dello stato di Honolulu) ha guadagnato quattro titoli statali di sollevamento pesi e fatto diverse apparizioni a livello nazionale, tra cui i cittadini americani e americani Aperto. Recentemente è apparso sul locale Hawaii News Now condividendo la sua storia.

Ma Dahl non pensa a se stesso come vicino all'Olimpico, ci dice, e infatti ha iniziato solo in questo sport per la noia e il desiderio di stare in salute - qualcosa che potrebbe essere di per sé stimolante per vedere quanto è arrivato!

Diagnosticato all'età di 24 anni nell'ottobre 2008, Dahl è stato il primo nella sua famiglia a contrarre il T1D. Cue la rapida successione di sintomi comuni - estrema debolezza, occhi iniettati di sangue, estrema sete e minzione, lividi, perdita di peso di circa 45 sterline in due settimane - e alla fine una visita ER per raggiungere la diagnosi.

È stata una sorpresa, ricorda, dal momento che era l'unico della sua famiglia ed era sempre stato atletico crescendo, partecipando a vari sport tra cui basket, baseball, hockey, pallanuoto, calcio e nuotando.

Originario di San Jose, in California, e che viveva lì, Dahl non si trasferì nelle isole fino al 2013. Andò a scuola a San Francisco studiando animazione e lavorò in quell'industria in breve tempo, facendo rotoscoping e nodo basato su compositing per la produzione di film e animazione VFX per film.

Alla fine, ha chiuso le campagne pubblicitarie per le vendite radio e ha ospitato un programma di talk show chiamato Empire Broadcasting presso KRTY / KLIV a San Jose, per poi passare a dove ora lavora nella gestione della proprietà e sviluppo immobiliare alle Hawaii. Dahl afferma che lo sviluppo dello stato è in ripresa in questi giorni, con un boom edilizio che significa molti nuovi insediamenti e sviluppi commerciali attesi durante i prossimi 10 anni a Oahu.

Come diventare un sollevatore di pesi

Dahl non ha avuto nulla a che fare con il sollevamento pesi fino all'età di 26 anni, dice.

"Ero annoiato e avevo bisogno di uno sfogo fisico, quindi ho deciso di unirmi ad una palestra e mi sono divertito a sollevare qualcosa di pesante e rimetterlo subito dov'era", ridacchia. "Non mi sarei mai allenato con il peso prima, poi in alcuni anni di duro lavoro sono diventato piuttosto bravo. "

" L'allenamento con i pesi è un lavoro in sé e per sé e gestire il diabete è come avere un secondo lavoro in più ", dice."Ma gli sport di forza di alto calibro non sono fuori dalla portata dei diabetici di tipo 1. "

Ci dice che non ci sono in realtà trucchi specifici per la gestione del diabete durante il sollevamento, oltre al consiglio tipico come tenere a portata di mano D-supplies e glucosio - in particolare quando si viaggia. Attualmente utilizza il sistema Medtronic 530G con il sensore Enlite CGM, un dispositivo che dice che aiuta moltissimo a non doversi preoccupare del tessuto cicatriziale che inibisce l'assorbimento di insulina durante la sua routine di sollevamento, problema che aveva precedentemente con iniezioni.

Dahl insiste che non è affatto un atleta olimpico, in quanto il punteggio più alto raggiunto è il 25 ° posto nel paese per la sua classe di peso da 85 e 94 kg - che è di circa 2, 000 atleti! Ma ci sono anche quei quattro titoli di stato e le competizioni nazionali tra cui i cittadini statunitensi e l'American Open. Parliamo di modestia ...

"Non ho parole magiche per spingermi al limite", ammette. "Se dovessi coniare qualcosa, direi che l'impegno è il più vicino possibile a un proiettile d'argento. Sebbene l'impegno non garantisca che sarai il migliore, garantisce che otterrai un ottimo risultato in qualsiasi cosa tu persegua. Devi rimanere fedele ad esso, separarti emotivamente dai tuoi sforzi in modo da poterti allenare e guardare le questioni e le sfide in modo obiettivo e razionale. “

mentre l'impegno non garantisce che sarai il migliore, garantisce che otterrai un ottimo risultato in qualsiasi cosa tu persegua. Jameson Dahl, pluripremiato sollevatore di pesi con diabete di tipo 1

Sembra un buon consiglio, no?

E rispecchia ciò che abbiamo sentito da altri sollevatori di pesi e culturisti nella comunità del Diabete, tra cui il powerlifter Ginger Vieira, l'ex Mr. Universo Doug Burns (che ha avuto un problema ben pubblicizzato con l'ipoglicemia alcuni anni fa), campione di fitness bikini Christel Oerum e Rodney Miller in Texas che l'anno scorso hanno ospitato il primo evento "Bolus & Barbells" per incoraggiare un'intera comunità di PWDS che amano il sollevamento pesi.

Ciò che apprezziamo di tutte queste persone è la loro umiltà e il modo in cui mettono in mostra le sfide della vita reale di padroneggiare il loro sport e il diabete. Le loro storie - specialmente quelle di Dahl - illustrano anche come le persone a volte possono trovare la loro strada in uno sport apparentemente intimidatorio come il sollevamento pesi proprio per caso, e possono ancora prosperare e avere successo!

Come sempre, dobbiamo fare eco all'intero You Can Do This! mantra per chiunque si chieda che cosa è possibile ... o potrebbe sentire che non possono sollevarsi da un funk del diabete.

Ecco a sapendo che puoi, e grazie oggi a Jamie Dahl per aver condiviso la tua esperienza!

Disclaimer : Contenuto creato dal team Diabetes Mine. Per maggiori dettagli clicca qui.

Disclaimer

Questo contenuto è stato creato per Diabetes Mine, un blog sulla salute dei consumatori incentrato sulla comunità dei diabetici. Il contenuto non è revisionato da un medico e non aderisce alle linee guida editoriali di Healthline.Per ulteriori informazioni sulla partnership di Healthline con Diabetes Mine, fare clic qui.