Tipi di procedure nell'unità di terapia intensiva neonatale

Tipi di procedure nell'unità di terapia intensiva neonatale
Tipi di procedure nell'unità di terapia intensiva neonatale | Healthline

Il parto è un processo complesso: ci sono numerosi cambiamenti fisici che avvengono nei bambini mentre si adattano alla vita al di fuori dell'utero Lasciare l'utero significa che non possono più dipendere dalla placenta della madre per le funzioni corporee critiche, come respirare, mangiare ed eliminare gli sprechi. Non appena i bambini entrano nel mondo, i loro sistemi corporei devono cambiare radicalmente e lavorare insieme in un modo nuovo Alcune delle principali modifiche che devono essere apportate sono le seguenti:

  • I polmoni devono riempirsi di aria e fornire alle cellule ossigeno.
  • Il sistema circolatorio deve cambiare quindi il sangue e i nutrienti possono essere distribuiti.
  • Il sistema digestivo deve iniziare a processare i rifiuti alimentari ed escrementi.
  • Il fegato e il sistema immunitario devono iniziare a lavorare in modo indipendente.

Alcuni bambini hanno difficoltà a fare questi aggiustamenti. accadere se nascono prematuramente, il che significa che prima di 37 settimane, hanno un basso peso alla nascita, o hanno una condizione che richiede cure mediche immediate. Quando i bambini hanno bisogno di cure speciali dopo il parto, vengono spesso ricoverati in una zona dell'ospedale nota come unità di terapia intensiva neonatale (NICU). L'UTIN ha una tecnologia avanzata e ha squadre di diversi professionisti sanitari per fornire cure specializzate per i neonati in difficoltà. Non tutti gli ospedali hanno una UTIN e i bambini che necessitano di cure intensive potrebbero dover essere trasferiti in un altro ospedale.

Dare alla luce un bambino prematuro o malato può essere inaspettato per qualsiasi genitore. I suoni, le viste e le attrezzature non familiari nella terapia intensiva neonatale possono anche contribuire a sentimenti di ansia. Conoscere i tipi di procedure che vengono eseguite nell'unità di terapia intensiva neonatale può offrire una certa tranquillità poiché il bambino riceve cure per le sue esigenze specifiche.

Supporto nutrizionale

Il supporto nutrizionale è necessario quando un bambino ha difficoltà a deglutire o presenta una condizione che interferisce con il mangiare. Per garantire che il bambino riceva ancora nutrienti vitali, lo staff delle UTIN li alimenterà attraverso una linea endovenosa, chiamata IV o tubo di alimentazione.

Alimentazione attraverso una linea per via endovenosa (IV)

Non molti bambini prematuri o con basso peso alla nascita possono essere nutriti durante le prime ore nell'unità di terapia intensiva neonatale e molti bambini malati non sono in grado di prendere nulla bocca per diversi giorni. Per assicurarsi che il bambino abbia una nutrizione adeguata, lo staff della NICU avvia una flebo per somministrare liquidi contenenti:

  • acqua
  • glucosio
  • sodio
  • potassio
  • cloruro
  • calcio
  • magnesio < fosforo
  • Questo tipo di supporto nutrizionale è chiamato nutrizione parenterale totale (TPN). Un operatore sanitario inserirà una flebo in una vena situata nella testa, nella mano o nella gamba del bambino. Un singolo IV dura in genere meno di un giorno, quindi lo staff può inserire diversi IV durante i primi giorni.Tuttavia, la maggior parte dei bambini alla fine ha bisogno di più nutrizione di quanto queste piccole linee IV possano fornire. Dopo diversi giorni, il personale inserisce un catetere, che è una lunga linea endovenosa, in una vena più grande in modo che il bambino possa ricevere quantità maggiori di nutrienti.

I cateteri possono anche essere posizionati sia nell'arteria che nella vena ombelicale se il bambino è molto piccolo o malato. Fluidi e farmaci possono essere somministrati attraverso i cateteri e il sangue può essere prelevato per i test di laboratorio. I liquidi IV più concentrati possono essere somministrati anche attraverso queste linee ombelicali, permettendo al bambino di ottenere una migliore nutrizione. Inoltre, le linee ombelicali durano almeno una settimana in più rispetto alle IV più piccole. Le linee arteriose ombelicali possono anche essere collegate a una macchina che misura continuamente la pressione sanguigna del bambino.

Se il tuo bambino ha bisogno di TPN per più di una settimana, i medici spesso inseriscono un altro tipo di linea, chiamata linea centrale. Una linea centrale può rimanere sul posto per diverse settimane fino a quando il bambino non ha più bisogno di TPN.

Alimentazione per bocca

L'alimentazione per bocca, nota anche come nutrizione enterale, deve essere iniziata il prima possibile. Questo tipo di supporto nutrizionale incoraggia il tratto gastrointestinale (GI) del bambino a crescere e iniziare a funzionare. Un bambino molto piccolo può prima essere alimentato attraverso un piccolo tubo di plastica che passa attraverso la bocca o il naso e nello stomaco. Una piccola quantità di latte materno o formula è data attraverso questo tubo. Nella maggior parte dei casi, il bambino riceve inizialmente una combinazione di TPN e nutrizione enterale, poiché può richiedere del tempo perché il tratto GI si abitui alle poppate enterali.

Un bambino ha bisogno di circa 120 calorie al giorno per ogni 2. 2 libbre, o 1 chilogrammo, di peso. La formula regolare e il latte materno contengono 20 calorie per oncia. Un bambino di peso alla nascita estremamente basso dovrebbe ricevere una formula speciale o un latte materno fortificato contenente almeno 24 calorie per oncia per assicurare una crescita adeguata. Il latte e la formula del latte fortificato contengono più nutrienti che possono essere digeriti facilmente da un bambino con basso peso alla nascita.

Può passare del tempo prima che tutti i bisogni nutrizionali di un bambino possano essere soddisfatti attraverso la nutrizione enterale. L'intestino di un bambino piccolo di solito non è in grado di tollerare aumenti rapidi della quantità di latte o di formula, quindi l'aumento delle poppate deve essere fatto con cautela e gradualmente.

Altre procedure comuni di terapia intensiva neonatale

Lo staff delle UTIN può anche eseguire varie altre procedure e test per garantire che la cura del bambino rimanga in pista.

Raggi X

I raggi X sono uno dei test di imaging più comunemente eseguiti nell'unità di terapia intensiva neonatale. Permettono ai medici di vedere l'interno del corpo senza dover fare un'incisione. Nell'unità di terapia intensiva neonatale, i raggi X vengono spesso eseguiti per esaminare il torace del bambino e valutare la funzione polmonare. Una radiografia dell'addome può anche essere eseguita se il bambino ha difficoltà con le poppate enterali.

Ultrasuoni

L'ultrasuono è un altro tipo di test di imaging che può essere eseguito dallo staff della NICU. Usa le onde sonore ad alta frequenza per produrre immagini dettagliate di varie strutture corporee, come organi, vasi sanguigni e tessuti.Il test è innocuo e non causa alcun dolore. Tutti i bambini prematuri e con peso alla nascita basso vengono regolarmente valutati mediante un test ecografico. È spesso usato per verificare la presenza di danni al cervello o sanguinamento nel cranio.

Esami del sangue e delle urine

Lo staff della UTIN può ordinare esami del sangue e delle urine per valutare:

Gas del sangue

I gas nel sangue includono ossigeno, anidride carbonica e acido. I livelli di gas nel sangue possono aiutare lo staff a valutare quanto bene funzionino i polmoni e quanto possa essere necessario l'intervento di respirazione. Un test dei gas del sangue di solito comporta l'assunzione di sangue dal catetere arterioso. Se il bambino non ha un catetere arterioso in posizione, è possibile ottenere un campione di sangue pizzicando il tallone del bambino.

Ematocrito ed emoglobina

Questi esami del sangue possono fornire informazioni su come l'ossigeno e i nutrienti vengono distribuiti in tutto il corpo. I test dell'ematocrito e dell'emoglobina richiedono un piccolo campione di sangue. Questo campione può essere ottenuto pizzicando il tallone del bambino o rimuovendo il sangue dal catetere arterioso.

Azoto di azoto nel sangue (BUN) e creatinina

Livelli di azoto ureico e di creatinina indicano la funzionalità dei reni. Le misurazioni di BUN e creatinina possono essere ottenute attraverso un esame del sangue o un test delle urine.

Sali chimici

Questi sali includono sodio, glucosio e potassio, tra gli altri. Misurare i livelli di sali chimici può fornire informazioni complete sulla salute generale di un bambino.

Esami del sangue e delle urine

Questi esami del sangue e delle urine possono essere eseguiti ogni poche ore per garantire che i sistemi e le funzioni del corpo del bambino migliorino costantemente.

Procedure per misurare i liquidi

Lo staff della UTIN misura tutti i liquidi che un bambino prende e tutti i liquidi che un bambino espelle. Questo li aiuta a determinare se i livelli di liquidi sono in equilibrio. Inoltre pesano spesso il bambino per valutare di quanto liquido ha bisogno il bambino. Pesare giornalmente il bambino consente inoltre allo staff di valutare quanto bene sta facendo il bambino.

Trasfusioni di sangue

I bambini in terapia intensiva richiedono spesso trasfusioni di sangue perché i loro organi che formano il sangue sono immaturi e non producono abbastanza globuli rossi o perché potrebbero perdere molto sangue a causa del numero di sangue test che devono essere eseguiti

Le trasfusioni di sangue reintegrano il sangue e aiutano a mantenere il bambino in buona salute. Il sangue viene dato al bambino attraverso una linea IV.

È normale sentirsi preoccupati per il tuo bambino mentre sono in terapia intensiva neonatale. Sappiate che sono in mani sicure e che lo staff sta facendo tutto il possibile per migliorare la prospettiva di vostro figlio. Non aver paura di esprimere le tue preoccupazioni o di porre domande sulle procedure da eseguire. Diventare coinvolti nella cura del tuo bambino può aiutare a ridurre l'ansia che potresti provare. Può anche aiutare ad avere amici e persone care con te mentre il tuo bambino è in terapia intensiva neonatale. Possono fornire supporto e guida quando ne hai bisogno.