Che cosa potrebbe andare storto nel terzo trimestre?

Che cosa potrebbe andare storto nel terzo trimestre?
Che cosa potrebbe andare storto nel terzo trimestre?

Descrizione > Le settimane dalla 28 alla 40 portano l'arrivo del terzo trimestre.Questo momento entusiasmante è sicuramente il tratto di casa per le future mamme, ma è anche un momento in cui possono verificarsi complicazioni, proprio come i primi due trimestri possono portare le loro sfide, così può terzo.

L'assistenza prenatale è particolarmente importante nel terzo trimestre perché i tipi di complicanze che possono insorgere in questo momento sono più facilmente gestiti se rilevati in anticipo. Probabilmente inizierai a visitare il tuo ostetrico ogni settimana dalle 28 alle 36 settimane e poi una volta a settimana fino a quando arriva il tuo piccolo.

Diabete gestazionaleChe cos'è il diabete gestazionale?

Secondo t l'American Diabetes Association, ben il 9,2% delle donne in gravidanza ha il diabete gestazionale. Il diabete gestazionale si verifica perché i cambiamenti ormonali della gravidanza rendono più difficile per il tuo corpo usare efficacemente l'insulina. Quando l'insulina non può fare il suo lavoro di abbassare i livelli di zucchero nel sangue a livelli normali, il risultato è un livello anormalmente elevato di glucosio (zucchero nel sangue).

La maggior parte delle donne non ha sintomi. Mentre questa condizione non è solitamente pericolosa per la madre, pone diversi problemi per il feto. In particolare, la macrosomia (crescita eccessiva) del feto può aumentare la probabilità di parto cesareo e il rischio di lesioni alla nascita. Quando i livelli di glucosio sono ben controllati, la macrosomia è meno probabile.

All'inizio del terzo trimestre (tra le settimane 24 e 28), tutte le donne dovrebbero essere testate per il diabete gestazionale. Durante il test di tolleranza al glucosio (noto anche come test di screening della glicemia), consumerai una bevanda che contiene una certa quantità di glucosio (zucchero). A un momento specificato, il medico verificherà i livelli di zucchero nel sangue.

Per il test di tolleranza al glucosio orale, si digiuna per almeno otto ore e poi si hanno 100 milligrammi di glucosio, dopodiché vengono controllati i livelli di zucchero nel sangue. Questi livelli saranno misurati a una, due e tre ore dopo aver bevuto il glucosio.

I valori tipici attesi sono:

dopo il digiuno, è inferiore a: 95 milligrammi per decilitro (mg / dL)

  • dopo un'ora, è inferiore a: 180 mg / dL
  • dopo due ore, è inferiore a: 155 mg / dL
  • dopo tre ore, è inferiore a: 140 mg / dL
  • Se due dei tre risultati sono troppo alti, una donna probabilmente ha il diabete gestazionale.

Trattamento

Il diabete gestazionale può essere trattato con la dieta, i cambiamenti dello stile di vita e le medicine, in alcuni casi. Il medico consiglierà cambiamenti nella dieta, come la riduzione dell'assunzione di carboidrati e l'aumento di frutta e verdura. L'aggiunta di esercizi a basso impatto può anche aiutare.In alcuni casi, il medico può prescrivere l'insulina.

La buona notizia è che il diabete gestazionale di solito scompare durante il periodo postpartum. Tuttavia, una donna che ha avuto il diabete gestazionale ha un rischio più elevato di avere il diabete più tardi nella vita rispetto a una donna che non ha avuto il diabete gestazionale.

La condizione potrebbe anche influenzare le probabilità di una donna di rimanere di nuovo incinta. Un medico probabilmente raccomanderà di controllare i livelli di zucchero nel sangue di una donna per assicurarsi che siano sotto controllo prima di provare ad avere un altro bambino.

PreeclampsiaChe cos'è la preeclampsia?

La preeclampsia è una condizione grave che rende le visite prenatali regolari ancora più importanti. La condizione si verifica in genere dopo 20 settimane di gravidanza e può causare gravi complicazioni a mamma e bambino.

Secondo la Fondazione Preeclampsia, tra il 5 e l'8% delle donne vive la condizione. Gli adolescenti, le donne di età pari o superiore a 35 anni e le donne in gravidanza con il loro primo figlio sono a rischio più elevato.

Sintomi

I sintomi della condizione includono ipertensione, proteine ​​nelle urine e gonfiore delle mani e dei piedi.

Le visite prenatali sono essenziali perché i test eseguiti durante queste visite possono rilevare sintomi come l'ipertensione e l'aumento delle proteine ​​nelle urine. Se non trattata, la preeclampsia può causare eclampsia (convulsioni), insufficienza renale e, raramente, morte nella madre e nel feto.

Il primo segno che il medico vede di solito è la pressione alta durante una visita prenatale di routine. Inoltre, le proteine ​​possono essere rilevate nelle urine durante un'analisi delle urine. Alcune donne possono guadagnare più peso del previsto. Altri sperimentano mal di testa, alterazioni visive e dolore addominale superiore.

Le donne non dovrebbero mai ignorare i sintomi della preeclampsia.

Chiedere assistenza medica di emergenza in caso di gonfiore rapido a piedi e gambe, mani o viso. Altri sintomi di emergenza includono:

mal di testa che non va via con farmaci

  • perdita della vista
  • "floaters" nella visione
  • dolore intenso sulla parte destra o nella zona dello stomaco
  • facile lividi
  • Questi segni possono suggerire una grave preeclampsia.

Gli esami del sangue, come test di funzionalità epatica e renale e test di coagulazione del sangue, possono confermare la diagnosi e possono rilevare una grave malattia.

Trattamento

Il modo in cui il medico cura la preeclampsia dipende dalla sua gravità e da quanto è lontano durante la gravidanza. La consegna del tuo bambino potrebbe essere necessaria per proteggere te e il tuo piccolo. Il medico discuterà con lei diverse considerazioni:

Se il bambino è a termine (39 settimane o più) o pretermine (da 37 a 39 settimane)

  • , il medico potrebbe consigliare di indurre il parto. In questa fase, i rischi per te e il tuo bambino superano spesso i benefici di continuare la gravidanza. Se il bambino ha da 34 a 37 settimane
  • , il medico valuterà la gravità della sua condizione. Il medico ti seguirà da vicino e testerà il tuo sangue e le tue urine per assicurarti che le tue condizioni non peggiorino. Se lo è, il medico può consegnare il bambino. Se il tuo bambino ha meno di 34 settimane
  • , probabilmente assumerai farmaci per accelerare lo sviluppo del polmone del bambino.Potrebbe essere necessario rimanere in ospedale per l'osservazione e gestire la pressione del sangue fino a quando il bambino è abbastanza vecchio per il parto. La preeclampsia scompare in genere dopo il parto. Tuttavia, a volte i farmaci per la pressione arteriosa vengono prescritti per un breve periodo dopo il parto. I diuretici possono essere prescritti per il trattamento dell'edema polmonare (liquido nei polmoni). Il solfato di magnesio somministrato prima, durante e dopo il parto può aiutare a ridurre i rischi di grippaggio.

Secondo la Mayo Clinic, se hai avuto preeclampsia, sei maggiormente a rischio di avere la condizione con gravidanze future. Parla sempre con il tuo medico di come puoi ridurre il rischio.

Causa e prevenzione

Nonostante anni di studi scientifici, la vera causa della preeclampsia non è nota, né esiste una prevenzione efficace. La cura, tuttavia, è nota da molti decenni e questa è la consegna del bambino. La diagnosi e la consegna puntuali sono il modo migliore per evitare gravi problemi per madre e bambino.

Lavoro pretermine Cosa è il lavoro pretermine?

Secondo l'American College of Obstetricians and Gynecologists, il travaglio prematuro si verifica quando si iniziano ad avere contrazioni che causano cambiamenti cervicali prima della gravidanza di 37 settimane.

Alcune donne sono a maggior rischio di travaglio pretermine, comprese quelle che:

sono gravide di multipli (gemelli o più)

  • hanno un'infezione del sacco amniotico (amnionite)
  • hanno un eccesso di liquido amniotico ( polidramnios)
  • hanno avuto un parto pretermine precedente
  • Sintomi

Segni e sintomi di travaglio pretermine possono essere sottili. Una mamma in attesa potrebbe farli passare come parte della gravidanza. I sintomi includono:

diarrea

  • minzione frequente
  • dolore lombare
  • oppressione al basso addome
  • secrezione vaginale
  • pressione vaginale
  • Naturalmente, alcune donne possono avvertire sintomi del travaglio più gravi . Questi includono contrazioni regolari, dolorose, perdite di liquido dalla vagina o sanguinamento vaginale.

Trattamento

I neonati nati prematuri sono a rischio di problemi di salute perché i loro corpi non hanno avuto il tempo di svilupparsi pienamente. Una delle maggiori preoccupazioni è lo sviluppo polmonare perché i polmoni si sviluppano bene nel terzo trimestre. Più un bambino è piccolo quando nasce, maggiori sono le possibili complicazioni.

I medici non conoscono la causa esatta del parto prematuro. Tuttavia, è importante che tu riceva assistenza il prima possibile. A volte medicinali come il solfato di magnesio possono aiutare a fermare il parto pretermine e ritardare la consegna. Ogni giorno la tua gravidanza è prolungata aumenta le tue possibilità di un bambino sano.

I medici somministrano spesso un farmaco steroideo alle madri il cui parto pretermine inizia prima delle 34 settimane. Questo aiuta i polmoni del bambino a maturare e riduce la gravità della malattia polmonare se il tuo lavoro non può essere fermato. Questo farmaco ha il suo effetto massimo entro due giorni, quindi è meglio prevenire la consegna per almeno due giorni, se possibile.

Tutte le donne con parto pretermine che non sono state testate per la presenza di streptococco di gruppo B dovrebbero ricevere antibiotici (penicillina G, ampicillina o un'alternativa per coloro che sono allergici alla penicillina) fino alla consegna.

Se il parto pretermine inizia dopo 36 settimane, il bambino viene di solito consegnato poiché il rischio di malattia polmonare da prematurità è molto basso.

PPROMPreterm rottura prematura delle membrane (PPROM)

La rottura delle membrane è una parte normale del parto. È il termine medico per dire che "l'acqua è rotta". "Significa che il sacco amniotico che circonda il tuo bambino si è rotto, permettendo al liquido amniotico di defluire.

Mentre è normale che la sacca si rompa durante il parto, se accade troppo presto, può causare gravi complicazioni. Questo si chiama rottura pretermine prematura delle membrane (PPROM).

Sebbene la causa della PPROM non sia sempre chiara, a volte l'infezione delle membrane amniotiche è la causa e altri fattori, come la genetica, entrano in gioco.

Trattamento

Il trattamento per PPROM varia. Le donne vengono spesso ricoverate in ospedale e somministrate antibiotici, steroidi e farmaci per interrompere il travaglio (tocolitici). Quando la PPROM si verifica a 34 settimane o più, alcuni medici raccomandano di indurre il parto. A quel tempo, i rischi di prematurità sono inferiori ai rischi di infezione. Se ci sono segni di infezione, il lavoro deve essere indotto per evitare gravi complicazioni.

Secondo il medico di famiglia americano, le donne che soffrono di PPROM prima della gestazione di 24 settimane di solito consegnano i loro bambini entro una settimana dalla rottura delle loro membrane. Occasionalmente, una donna con PPROM sperimenta la chiusura delle membrane. In questi rari casi, una donna può continuare la gravidanza a breve termine, sebbene sia ancora sotto stretta osservazione.

I rischi di prematurità diminuiscono significativamente quando il feto si avvicina al termine. Se la PPROM si verifica nell'intervallo da 32 a 34 settimane e il liquido amniotico rimanente mostra che i polmoni del feto sono sufficientemente maturi, alcuni medici inducono manodopera.

Con il miglioramento dei servizi di asilo nido intensivo, molti neonati pretermine nati nel terzo trimestre (dopo 28 settimane) vanno molto bene.

Problemi di placenta Problemi con la placenta (previa e interruzione)

Il sanguinamento nel terzo trimestre può avere diverse cause. Le cause più gravi sono la placenta previa e la distacco della placenta.

Placenta previa

La placenta è l'organo che nutre il tuo bambino mentre sei incinta. Di solito, la placenta viene consegnata dopo il bambino. Tuttavia, le donne con placenta previa hanno una placenta che viene prima e blocca l'apertura alla cervice.

I medici non conoscono la causa esatta di questa condizione. Le donne che hanno avuto un parto cesareo precedente o un intervento chirurgico all'utero sono a maggior rischio. Anche le donne che fumano o hanno una placenta più grande del normale sono a maggior rischio.

La placenta previa aumenta il rischio di sanguinamento prima e durante il parto. Questo può essere pericoloso per la vita.

Un sintomo comune della placenta previa è il sanguinamento vaginale rosso vivo, improvviso, abbondante e indolore, che di solito si verifica dopo la 28a settimana di gravidanza. I medici di solito usano un'ecografia per identificare la placenta previa.

Il trattamento dipende dal fatto che il feto sia pretermine e dalla quantità di sanguinamento. Se il parto è inarrestabile, il bambino è in pericolo o c'è un'emorragia potenzialmente letale, il parto cesareo immediato è indicato indipendentemente dall'età del feto.

Se l'emorragia si arresta o non è troppo pesante, la consegna può spesso essere evitata. Ciò consente più tempo per il feto di crescere se il feto è a breve termine. Un medico di solito raccomanda il parto cesareo.

Grazie alle moderne cure ostetriche, alla diagnosi ecografica e alla disponibilità di trasfusioni di sangue, se necessario, le donne con placenta previa e i loro bambini di solito fanno bene.

Distacco della placenta

La rottura della placenta è una condizione rara in cui la placenta si separa dall'utero prima del travaglio. Secondo UpToDate, la rottura della placenta si verifica in circa l'1 per cento delle gravidanze. La rottura della placenta può causare la morte del feto e può causare gravi emorragie e shock nella madre.

I fattori di rischio per l'interruzione della placenta includono:

età materna avanzata

  • uso di cocaina
  • diabete
  • uso di alcool pesante
  • pressione sanguigna
  • gravidanza con multipli
  • rottura prematura prematura di le membrane
  • precedenti gravidanze
  • cordone ombelicale corto
  • fumo
  • trauma allo stomaco
  • distensione uterina a causa di eccesso di liquido amniotico
  • La rottura della placenta non sempre causa sintomi. Ma alcune donne sperimentano forti emorragie vaginali, forti dolori allo stomaco e forti contrazioni.

Un medico può valutare i sintomi di una donna e il battito del cuore del bambino per identificare il potenziale disagio fetale. In molti casi è necessario un parto cesareo rapido. Se una donna perde sangue in eccesso, potrebbe anche aver bisogno di una trasfusione di sangue.

IUGR Limitazione della crescita intrauterina (IUGR)

Occasionalmente un bambino non crescerà tanto quanto ci si aspetta in una determinata fase della gravidanza di una donna. Questo è noto come restrizione di crescita intrauterina (IUGR). Non tutti i bambini piccoli hanno IUGR - a volte la loro taglia può essere attribuita alle dimensioni più piccole dei loro genitori.

IUGR può portare a una crescita simmetrica o asimmetrica. I bambini con una crescita asimmetrica hanno spesso una testa di dimensioni normali con un corpo più piccolo.

I fattori materni che possono portare a IUGR includono:

anemia

  • malattia renale cronica
  • placenta previa
  • infarto della placenta
  • diabete grave
  • malnutrizione grave
  • I feti con IUGR possono essere meno in grado di tollerare lo stress del travaglio rispetto ai bambini di taglia normale. Anche i bambini IUGR tendono ad avere meno grasso corporeo e altri problemi a mantenere la temperatura corporea e i livelli di glucosio (glicemia) dopo la nascita.

Se si sospettano problemi di crescita, un medico può usare un'ecografia per misurare il feto e calcolare un peso fetale stimato. La stima può essere confrontata con la gamma di pesi normali per feti di età simile. Per determinare se il feto è piccolo per l'età gestazionale o per la crescita limitata, una serie di ultrasuoni viene eseguita più volte per documentare l'aumento di peso o la mancanza di esso.

Anche un monitoraggio ultrasuoni specializzato del flusso sanguigno ombelicale può determinare IUGR. L'amniocentesi può essere utilizzata per verificare problemi cromosomici o infezioni. Il monitoraggio del pattern cardiaco fetale e la misurazione del liquido amniotico sono comuni.

Se un bambino smette di crescere nel grembo materno, un medico può raccomandare l'induzione o il parto cesareo.Fortunatamente, la maggior parte dei bambini con crescita limitata si sviluppa normalmente dopo la nascita. Tendono a raggiungere la crescita di due anni.

Post gravidanza post-termine

Secondo UpToDate, circa il 10% delle donne si consegna dopo 42 settimane. I medici considerano questo post-termine o post-date. La causa della gravidanza post-gravidanza non è chiara, anche se si sospettano fattori ormonali ed ereditari.

A volte, la data di scadenza di una donna non viene calcolata correttamente. Alcune donne hanno cicli mestruali irregolari o lunghi che rendono l'ovulazione più difficile da prevedere. All'inizio della gravidanza, un'ecografia può aiutare a confermare o regolare la data di scadenza.

La gravidanza post-gravidanza non è generalmente pericolosa per la salute della madre. La preoccupazione è per il feto. La placenta è un organo progettato per funzionare per circa 40 settimane. Fornisce ossigeno e nutrimento per il feto in crescita.

Dopo 41 settimane di gravidanza, la placenta ha meno probabilità di funzionare bene e ciò può causare una riduzione del liquido amniotico intorno al feto (oligoidramnios). Questa condizione può causare la compressione del cordone ombelicale e diminuire l'apporto di ossigeno al feto. Ciò può riflettersi sul monitor cardiaco fetale in un modello chiamato decelerazioni tardive. Esiste il rischio di morte improvvisa del feto quando la gravidanza è post-termine.

Una volta che una donna raggiunge 41 settimane di gravidanza, di solito ha il monitoraggio della frequenza cardiaca fetale e una misurazione del liquido amniotico. Se il test mostra bassi livelli di liquidi o anomalie della frequenza cardiaca fetale, viene indotto un travaglio. Altrimenti, il lavoro spontaneo è atteso fino a non più di 42-43 settimane, dopo di che è indotto.

Sindrome da aspirazione del meconio

L'altro rischio è il meconio. Il meconio è un movimento intestinale del feto. È più comune quando la gravidanza è post-termine. La maggior parte dei feti che hanno un movimento intestinale all'interno dell'utero non ha problemi.

Tuttavia, un feto stressato può inalare il meconio, causando un tipo molto grave di polmonite e, raramente, la morte. Per questi motivi, i medici lavorano per eliminare le vie aeree del bambino il più possibile se il liquido amniotico di un bambino è macchiato di meconio.

MalpresentationMalpresentation (breech, bugia trasversale)

Quando una donna si avvicina al suo nono mese di gravidanza, il feto generalmente si posiziona a testa in giù all'interno dell'utero. Questo è noto come vertice o presentazione cefalica.

Secondo l'American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG), il feto sarà il primo o il primo dei piedi (noto come presentazione podologica) in circa il 3-4% delle gravidanze a termine.

Occasionalmente, il feto giace di lato (presentazione trasversale).

Il modo più sicuro per un bambino di nascere è la testa prima o nella presentazione vertice. Se il feto è culatta o trasversale, il modo migliore per evitare problemi con il parto e prevenire un parto cesareo è provare a girare (o vert) il feto alla presentazione dei vertici (testa in giù). Questo è noto come versione cefalica esterna. Di solito è tentato da 37 a 38 settimane, se la malpresentazione è nota.

La versione cefalica esterna è un po 'come un massaggio deciso dell'addome e può essere scomoda.Di solito è una procedura sicura, ma alcune rare complicazioni includono distacco della placenta e sofferenza fetale, che richiede il parto cesareo di emergenza.

Se il feto viene girato con successo, può essere atteso un travaglio spontaneo o può essere indotto un travaglio. Se non ha successo, alcuni medici aspettano una settimana e riprovano. Se non si riescono dopo i tentativi, tu e il tuo medico decidete il miglior tipo di parto, vaginale o cesareo.

La misurazione delle ossa del canale del parto della madre e degli ultrasuoni per stimare il peso fetale si ottengono spesso in preparazione per le consegne vaginali di culatta. I feti trasversali vengono consegnati con taglio cesareo.